Nonbooks:Urinare controvento

Nonbooks, pseudo-testi pseudo-liberi.
(Rimpallato da Pisciare controvento)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Questa settimana, in regalo con il mensile "Grattugie dal mondo™", in uscita ogni due mesi, il fantastico manuale "Urinare contro vento™"! Divertitevi a imbrattare i vostri amici, o ancora meglio voi stessi, dando la colpa alle previsioni errate della guardia costiera!

«Il vento non doveva tirare di qua!», e la risata è assicurata!

Introduzione

Complimenti. Siete in possesso del manuale "Urinare contro vento™". In pochi semplici passi sarete in grado di procurarvi tutto l'occorrente utile alla pratica, e imparerete le tecniche che vi renderanno un professionista.

L'Arte del pisciare controvento nacque in Cina durante il Primo Diluvio Universale (il secondo si verificherà quanto prima, in base alla vostra capacità di apprendimento). Fu poi esportata in Europa e fu apposta l'etichetta Made In Italy per farla sembrare una cosa ganza.

N.B.: Urinare contro vento significa fare in modo che il proprio piscio venga deviato dal vento, al fine di colpire o terzi.

Avvertenze: "Urinare contro vento™" è un marchio registrato. Il manuale "Urinare contro vento™" non è riconosciuto come manuale. Urinare contro vento non è riconosciuto come sport. Urinare contro vento potrebbe non far ridere le vittime. La redazione non si assume la responsabilità per gli indumenti eventualmente rovinati, o per le infezioni eventualmente contratte dalle vittime. Non è un medicinale, pisciare con cautela al riparo da fonti di calore. Vietato a chi è sprovvisto di apparato urinario. AUT. MIN. RIC.
Copyright 34 Brumaio 1000 e uno.

Occorrente

Esecuzione esemplare. Notare il perfetto calcolo della deviazione e la scelta del bersaglio.

Il materiale può essere acquistato presso l'edificio venditore di oggetti più vicino a voi. Se siete un vertebrato, sarete già in possesso di alcuni componenti essenziali:

  • 1 x Apparati digerenti (che anche se non siete vertebrato possederete già, probabilmente), che passa i nutrienti a:
  • 1 x Apparati circolatori, pieno di:
  • 5 x L Sangue, filtrato da:
  • 1 x Apparati urinari. In particolare:

Oggetti necessariamente acquistabili:

  • numerosi x Litri Acqua distillata (decisamente ipotonica, urina abbondante)
  • molto x Venti
  • almeno 1 x Luoghi ventosi (scogliere, colli, culi...)
  • 1 x Anemoscopi
  • vari x Bersagli umani (voi stessi compresi)

Installazione sistemi biologici

Nel caso non siate mammiferi, avrete bisogno di una procedura preliminare:

  1. Riempite l'apparato circolatorio con il sangue, prestando attenzione a non versarlo;
  2. Inserite l'apparato riempito in un alloggiamento del vostro corpo, collegandolo con le sue parti arteriosa e venosa all'apparato digerente;
  3. Inserite i reni in prossimità dell'apparato circolatorio, collegandoli entrambi alla parte venosa e arteriosa di questo;
  4. Collegate ciascun uretere a un rene;
  5. Collegate entrambi gli ureteri alla vescica, da alloggiarsi anch'essa nel corpo;
  6. Collegate l'uretra sia alla vescica, che al pene o alla vagina.

Preparazione

Prima di tutto recatevi, (voi e i vostri bersagli) nel luogo ventoso da voi scelto e verificate che l'aria si muova velocemente in qualche direzione (indice di presenza di vento). Con il vostro anemoscopio potrete controllare direzione e velocità del vento, per potere indirizzare il vostro spruzzo dove desiderate. A questo punto ingurgitate litri su litri di acqua distillata, aspettando che si riversi nella vescica. Di seguito saranno elencate le varie tecniche per pisciare contro vento, in relazione alla disponibilità di peni o vagine, e alla natura dei bersagli, se estranei o da identificarsi nella propria persona.


Presenza di pene

Non ha seguito il manuale.

Se possedete un pene, dovete avere cura di estrarlo dagli indumenti. Potete calarvi i pantaloni, o indurlo a un capolino tra la lampo o i bottoni. Stando in piedi, stringete il pene tra pollice e indice. A seconda delle dimensioni, potrebbe però essere necessario l'uso di una pinzetta per sopracciglia o di due mani contemporaneamente. Una volta afferrato, espletate il bisogno in modo di non avere il vento che soffia alle vostre spalle, in quanto la descrizione di ciò esula dall'argomento del presente manuale. Di seguito le tecniche in base al bersaglio.

Bersagli estranei

Chiamate le persone che ancora per poco chiamerete amici. Facendo finta di niente, magari distraendole con discorsi sul paesaggio, posizionatele in modo che l'urina deviata li investa. Piano piano, tirate fuori l'arnese e spingete più forte che potete, avendo cura di aggiustare la mira per colpire le facce e le parti scoperte del corpo delle vittime. Potrete anche girarvi leggermente verso di loro per fare in modo che il getto sia più veloce e diretto. Con un po' di pratica riuscirete a far rendere al meglio le vostre escrezioni.


Verso voi stessi

Facendo finta di niente, distraetevi raccontandovi del film porno che avete guardato il giorno prima o del pensiero femminista degli anni venti. Nel frattempo, con nonchalance, disponetevi in modo da avere il vento in faccia. Per prendervi di sorpresa, estraete improvvisamente il pene e urinate. Fate in modo che il liquido scurisca tutta la parte anteriore dei vostri pantaloni e della vostra maglia. Assicuratevi che l’urina si insinui tra i vostri capelli e che scorra sul cuoio capelluto. Tenete gli occhi ben chiusi, mentre lo fate. Se avrete necessità di ricaricare la vescica, aprite la bocca e godrete di una pisciata infinita.

Presenza di vagina

Se possedete una vagina, il tutto si fa un po’ più tricky. Dovrete rimuovere completamente gli indumenti nella parte bassa del corpo, per consentire il massimo allargamento delle gambe e facilitare la minzione. In questo caso non c’è bisogno di afferrare niente. Se vorrete, potrete allargare con le mani la vagina tirando la pelle tutt’intorno.

Bersagli estranei

Funziona mille volte meglio con vittime maschili infoiate. Basterà denudarvi: mostrando la vagina, le vittime saranno attirate come mosche dove vorrete. Quando saranno posizionate, alzate una gamba a mò di cane, o ballerina, e centratele con l’aiuto del vento.

Verso voi stessi

Per urinare controvento verso se stessi, sarà necessario sdraiarsi supini. Regolate il flusso per farvela letteralmente addosso. Visto che sarebbe facile farlo anche senza vento, indirizzate il flusso il più possibile lontano da voi, verso i piedi. Per fare tutto ciò, raccontatevi una balla e convincetevi a sdraiarvi.

Accorgimenti

Se avete un pene, avrete pochi secondi prima che le vostre vittime vi riempiano di botte, a meno di devianze. Se avete una vagina, le vittime maschili saranno meglio disposte e più tolleranti, soprattutto nel caso siate una femmina di bella presenza.


Voci correlate