Nonnotizie:Greta Thunberg convince anche il Governo

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Greta Thunberg non appena scopre il detto italiano "Piove, Governo ladro".

1 novembre 2019

Roma - In seguito all'eco mediatica suscitata dalla piccola eroina degli ambientalisti Greta Thunberg, il Governo italiano ha espresso l'intenzione di supportarne l'azione mediante una serie di iniziative concrete. Vediamole in dettaglio:

Stanziamento di un fondo (a fondo perduto) di duecento milioni di euro a favore di Fiat-Chrysler per lo sviluppo di automobili ecosostenibili.

Approvazione senza riserve della fusione tra la predetta Fiat-Crysler ed il gruppo Peugeot, con l'obiettivo di ridurre il numero di multinazionali cattive esistenti, facendole fondere tra loro e risparmiando in tal modo ecosinergie.

Finanziamento in favore dell'Onorevole Massimo D'Alema di un fondo a fondo perduto di venti milioni di euro per l'adeguamento del suo yacht alle nuove normative vigenti in tema di ambiente.

Obbligo per i pescherecci di pescare, invece del pesce, i rifiuti plastici abbandonati in mare. I predetti rifiuti verranno quindi stoccati e, similmente a quanto capita con i migranti, sino allo smaltimento della risorsa i relativi costi, moltiplicati per un coefficiente non inferiore a 5,38, verranno posti a carico dei cittadini tutti, mediante innalzamento del tetto contributivo.

Lotta senza quartiere alle sigarette, che inquinano l'aria con il fumo: maxi aumento delle relative imposte ed accise.

Maxi tassa sugli imballi plastici. Poco importa che sia stata l'Unione Europea, a tutela della salute, ad obbligare all'uso di confezioni di plastica chiuse ermeticamente e pesanti più del prodotto stesso, anche solo per acquistare un paio di bistecche: «Gretina non accetta compromessi o scusanti, quindi nemmeno noi!», ha ribadito in merito il neo istituito Ministro per l'uguaglianza tra immigrati e bottiglie di plastica riciclata.

Fonte[edit]

  • Giangiovanni Finferlio «Greta Thunberg convince anche il Governo» – Monnezza Oggi, 1 novembre 2019

Altri progetti[edit]