Mamma degli idioti

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera... finché non ci beccano!
Jump to navigation Jump to search
« Ciao, mamma! »
(Tu)
La madre degli idioti in qualunque momento
« Solo due cose sono infinite: l'universo e le sue capacità riproduttive; e non sono sicuro della prima. »
(Albert Einstein parla della mamma degli idioti)
« Ancora?! »
(Ostetrica)

Origini storiche

La mamma degli idioti è una figura mitologica che la Chiesa Cattolica vuole ricondurre a quella di Eva, creata a immagine e somiglianza di Mariastella Gelmini e generatrice della popolazione cattolica nel mondo. Una versione laica del medesimo mito propende invece a considerarla come una particolare specie di vacca da monta che a partire dai movimenti femministi del 1968 è stata libera di riprodursi a piacimento fino a provocare una proliferazione di imbecilli che trova un suo eguale solo nell'ottava piaga d'Egitto, quando tutti i primogeniti egizi perirono mentre si facevano il bagno facendo cadere la radio nella vasca.

Rituale di accoppiamento

Grazie alle sue fenomenali capacità riproduttive è in grado di partorire 150 idioti maschi e 20 cessi femmina ogni 12 minuti, 60 di questi maschi muoiono prima di raggiungere i quattro minuti di vita perché troppo stupidi per imparare a respirare in tempo, altri 20 tendono a morire in giovane età per incidenti domestici, fra i più frequenti troviamo il rimanere troppo tempo a testa in giù, infilare le dita nelle prese della corrente elettrica e il buttarsi sotto un autoarticolato per raccogliere la palla finita in mezzo alla strada. Gli altri 70, nostro malgrado, diventano adolescenti.