Bambino del terzo mondo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia deliberatamente idiota.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Non so se questi due vivano nel terzo mondo, comunque sono quelli più poveri che abbiamo trovato, quindi accontentatevi.
« Il bambino del terzo mondo è morto »
(Nietzsche su calcolo delle probabilità)

I bambini del terzo mondo sono, in sostanza, bambini che vivono in posti dove la gente muore di fame, come l'Angola, la Somalia o l'Italia. A sentire i discorsi che si fanno su di loro si direbbe che a tutti importi della loro sorte, ma in realtà non è così.

Origini del fenomeno

I bambini del terzo mondo erano in realtà, inizialmente, un fenomeno abbastanza contenuto. Esistevano, fino a poco tempo fa, sì e no quattro o cinque bambini del terzo mondo. Poi, un giorno, un gruppo di cattolici si riunirono, e decisero di comune accordo che avrebbero fatto una catena di Sant'Antonio per sensibilizzare sull'argomento. Ecco il testo dell'e-mail:

« Ma tu pensi di stare male?? VERAMENTE??? Bhè, non stai male tu, stanno male loro, brutta puttana! Come "loro chi?"? I bambini del terzo mondo, no? E adesso vuoi dire di nuovo che tu stai male?? MA MI FACCIANO IL PIACERE, MI FACCIANO!!! Non lamentarti più, mettiti in fila alle poste, e non rompere i coglioni. »
(Testo dell'e-mail)
Aspettate, aspettate! Stavolta siamo sicuri: questo è un bambino del terzo mondo. Forse.

Dopo la lettura di questo testo, decine di migliaia di persone decidettero di diventare, a loro volta, bambini del terzo mondo. Il messaggio di quella e-mail, infatti, conteneva la seguente frase: "Se stessi così male anche tu, o se non ti lamentassi, loro starebbero meglio", e, da allora, sono presenti migliaia di bambini del terzo mondo in tutto il (terzo) mondo.

Modi per contrastare il fenomeno

Sicuramente non inviando e-mail volte a far venire i sensi di colpa a chi le riceve.

Curiosità

  • Essere bambino del terzo mondo è una condizione così di merda che a dieci anni, da quelle parti, diventano già adulti per soffrire meno.
  • I bambini del terzo mondo sono bambini POVRI.
  • Il fatto che non ci sia la scuola nei Paesi del terzo mondo non implica che non ci si possa lamentare del fatto che in Italia ci sia una scuola di merda.

Articoli correlati