Nonquote:Lucio Anneo Seneca

Jump to navigation Jump to search
« Non dobbiamo maltrattare gli schiavi, questi nostri umili amici. (Epistolae ad Lucillum-XLVII) »
(Seneca, intento a flagellare un suo servo indisciplinato, filosofeggia sulle brutture della schiavitù.)
« Occorre sapersi ritirare molto anche in sé; infatti la frequentazione di persone dissimili turba il buon equilibrio raggiunto, rinnova le emozioni ed esaspera ciò che nell'animo è ancora debole e non pienamente guarito. (De tranquillitate animi) »
(Lucio Anneo Seneca inventa una scusa per sbattere fuori casa due Testimoni di Geova.)