Volkswagen

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Il nuovo marchio della Volkswagen dal 20 settembre 2015

La Volkswagen (dal tedesco Auto del regime Popolo) è una casa automobilistica fondata per errore da Adolf Hitler in persona nel tentativo di produrre camere a gas sempre più efficienti.

È recentemente fallita per autocombustione. I lavoratori sono stati licenziati, hanno perso casa e sono andati a dormire per strada, in macchina (una FIAT). Nonostante infatti possieda una miriade di marchi di auto, la Toyota la supera, ma il presidente della VW denuncia brogli e chiede che si proceda al riconteggio delle auto.

È tuttora impegnata in un complotto contro l'Ente Protezione Ambientale statunitense e il resto del mondo, a causa di troppi gas nocivi emessi nell'aria dando la colpa ai cinesi.

Gerarchia[edit]

Il manichino da crash test va a prendersi un caffè con un suo amico.

La gerarchia dell'azienda di Wolfsburg è modellata su quella del NSDAP, ovvero il Partito Nazionalsocialista tedesco.

  • Der Führer Presidente: non si conosce il suo nome, ma questo non deve importare a nessuno. Si dice che adori guardare i bozzetti della Toyota, solo per ispirarsi.
  • Capo Operaio: dirige tutti i lavori e fa fare figuracce ai suoi dipendenti maschi, smutandandoli o entrando violentemente da dietro, ma questo solo con le donne.
  • Operaio: subisce le angherie del capoperaio, ma trama la sua vendetta mentre gioca a Metin 2 con i suoi amici nerd.
  • Schiavo: è l'addetto ai crash test quando il manichino è fuori per la pausa caffè. Lucida le macchine con la lingua e gonfia le ruote a fiato. Guadagna 3.500 Euro. All'anno.
  • Sindacalista: AHAHAHAHAHAH!

Modelli prodotti e in produzione[edit]

Leva del cambio della Polo Rocco Luxury Edition

Maggiolino[edit]

L'auto storica della casa. È come Windows XP, ovvero l'esemplare migliore di tutti i tempi che però in relazione a quelli più moderni è semplicemente una merda.

Sciroppo[edit]

Il padre della Golf. Il primo modello fu disegnato da Giugiaro; quelli successivi furono totalmente ridisegnati e vinsero il premio "Peggior design possibile per un auto" al Motor Show del 1981. Dovette confrontarsi sul mercato con l'Opel Manta, la Renault 17 e persino l'Alfasud Sprint. Disponibile ai gusti di limone, fragola e menta.

Fox[edit]

Prodotta nell'omonima fabbrica di carta igienica, ne possiede le stesse qualità: morbida, profumata e più che lunga, smisurata. Possiede un airbag. Sul tettuccio.

Touareg[edit]

« Il SUV adatto per le passeggiate nel Sahara! »
(Slogan pubblicitario)

Prodotto insieme alle Porsche, è per metà scopiazzato dall'Audi Q7 e e per metà dal Porsche Cayenne. Modello molto gradito dal pubblico, in particolare dai CdA della Shell e della Exxon.

Up![edit]

L'inizio della sua progettazione risale al 2011 con lo scopo di battere la Panda. Auto rivoluzionaria, è capace di ospitare comodamente dodici persone in appena 2 metri e 13 cm, consumare 1 litro ogni 3.000 km, guidare da sola, e andare all'autolavaggio mentre il proprietario dorme. Ha anche la funzione fitness: migliora flessibilità e massa muscolare delle braccia costringendo il guidatore ad allungarsi fino allo sportello opposto per raggiungere l'unico pulsante che apre il finestrino del passeggero. Inoltre è dotata di sauna incorporata, attivabile trasportando altre 3 persone in agosto.

Polo[edit]

Utilitaria molto apprezzata dai carrozzieri per la facilità con cui può essere rottamata, infatti basta ruttarci sopra per vederla sfasciarsi in mille pezzi. La dotazione di serie comprende uno spazzolino, acqua gassata e persino un bicchiere. In alcuni modelli l'acqua gassata viene spruzzata nell'abitacolo tramite la radio.

La leva del cambio è una fedele riproduzione del membro di Rocco Siffredi. Molti critici hanno espresso perplessità per la necessità di alzarsi in piedi per effettuare il cambio della marcia.

Passat[edit]

Disponibile come Berlina, Familiare, Station Wagon e Giardinetta, le sue dimensioni sono cambiate negli anni fino a farla diventare del tutto identica a un carro funebre.

K 70[edit]

Nata come toilet portatile della NSU, a seguito del tracollo dell'azienda fu congelata dentro ai freezer di Ferdinand Anton Porsche e poi scongelata nel '71 al Salone dell'Auto di Ginevra. Sono stati prodotti ben 211.000 esemplari, di cui molti acquistati con un forte sconto dal comune di Vergate sul Membro e trasformati in cassonetti.

Golf[edit]

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Volkswagen Golf.

È l'auto preferita dai truzzi, in particolare dell'Est Europa, che adorano montarci pezzi da tuning come fossero mattoncini LEGO. Possiede 10 airbag, ma li usa solo per proteggere sè stessa. È stata venduta in 200.000.000.000 esemplari, di cui 170.590.000.000 solo in Romania.

Jetta[edit]

In Europa hanno dovuto cambiargli nome tre volte per ingannare il pubblico, mentre negli States si vende come le noccioline, cioè per strada e a poco prezzo.

Multivan[edit]

Il mitico Volkswagen Multivan appena uscito da una fabbrica del Burundi.

È un furgone di lusso che fa 100 km con un pozzo di petrolio. Disponibile nel colore ruggine opaco, marrone merda e giallo vomito.

Kübelwagen[edit]

Disponibile solo per membri della Wehrmacht.

Marchi di proprietà della VW[edit]

Skoda[edit]

La zia zitellona di casa VW, è brutta, vecchia e si lamenta sempre. Consuma più di una acciaieria.

SEAT[edit]

Casa spagnola specializzata nelle auto che fanno il cosplay delle Fiat. Ormai produce esclusivamente la SEAT Ibiza, unica auto di successo della casa, successo dovuto esclusivamente all'orrido tormentone estivo People from Ibiza di Sandy Marton che impazzava nelle balere italiane negli anni '80.

Porsche[edit]

Che è un po' come se Huawei possedesse la Apple.

Audi[edit]

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Audi.

Avrebbe il ruolo del marchio di lusso del gruppo, ma in realtà vende solo Golf e Passat un pochino ritoccate a prezzi degni di una Mercedes. Ad attirare i gonzi ci sono gli interni comodissimi in plastichine supermorbidose che si possono anche usare come orsacchiotto di peluche. Perfette per chi necessita di un salotto su ruote, del tutto inutili per la gente normale.

Lamborghini[edit]

Casa italiana di auto sportive, ormai ridotta a produrre furgoni Audi tunizzati (quale la Urus) e poche altre auto destinate ad essere inesorabilmente distrutte dai proprietari incapaci di guidarle.

Bugatti[edit]

Produce furgoni ipersportivi a 2 posti, che raggiungono la velocità della luce (solo sul rettilineo) grazie al motore da 8 litri quadriturbo da millemila milioni di cavalli di potenza.

Curiosità[edit]

Solide, robuste, inflessibili... L'importante è crederci!
  • Se un dipendente Toyota e uno VW si dovessero incontrare, ingaggeranno uno scontro a fuoco degno di Grand Theft Auto, carro armato e lanciarazzi compresi.
  • I motori Volkswagen funzionano a petrolio purissimo. Quindi occorre almeno una volta alla settimana andare in Iraq e comprarne un barile per fare il pieno.
  • Bin Laden, per molti anni della sua latitanza, si è camuffato da Volkswagen.
  • Le Volkswagen volano fino a 1.000 metri di quota, peccato che raggiunta questa quota finiscano il carburante e precipitino in un inceneritore. Sempre, anche se stavano sorvolando l'oceano.
  • Ogni nuovo modello prodotto è una sfida: a riconoscere le differenze mettendolo vicino a quello precedente.
  • I proprietari credono che le loro Volkswagen non si romperanno mai, ma dentro di essi rimpiangono la vecchia Panda 750 che si aggiustava dando una botta sul cruscotto.
  • Dal 17 settembre 2015 tutte le VW diesel sono considerate nella categoria Euro 0.

Altri progetti[edit]