Vladimir Luxuria

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search


Luxuria.jpg
Vladimir Luxuria nasconde qualcosa...
Se credi che Vladimir Luxuria non te la racconti giusta, prova a chiedere a questo esperto, o a quest'altro.
Fidatevi, il loro incredibile fiuto li ha fatti diventare famosi a livello mondiale.
Evitate le brutte sorprese!
La serietà, la passione e l'impegno politico di Vladimir risaltano in questa foto.
« Odiare Berlusconi? Assolutamente no, in fondo anche lui si mette i tacchi e si trucca... »
(Vladimir Luxuria)
« Finalmente una parlamentare con le palle! »
(Vladimir Putin su Vladimir Luxuria)
« Un fenomeno che non c'era mai avuto! »
(Vladimir Luxuria )
« Meglio cambiare, no? »
(Paris Hilton su Vladimir Luxuria)
« La politica mi dà péne, ma non pène. »
(Vladimir Luxuria su impegno politico)
« Meglio fascisti che froci! »
« ZITTA FASCISTA LESBICONA!!! »
(Vittorio Sgarbi risponde a Alessandra Mussolini approfittando dell'offerta 2 per 1)
« Se questo è un uomo. »
(Primo Levi su Vladimir Luxuria )
« Qualcuno si è permesso di dire che la vittoria di Luxuria sull' Isola dei Famosi è stata come la vittoria di Obama in America. Ma che cazzo ti sei fumato, la polenta?  »
(Pino Scotto su chi equipara Obama a Luxuria. )
« Quando lei s'è alzata la gonna pensavo fosse amore, invece era un caaa... »
(Un ignaro poveraccio uscito con Vladimir Luxuria.)


Vladimir Luxuria (vero nome: Gustavo LaMazza o, secondo alcune fonti, Erminio Ottone o anche Felice Prendendolo) è un penologo/a/i/e/u/y/ø che, dopo Cicciolina e Platinette, ha contribuito alla crescita dell'Italia dal punto di vista della vergogna. È figlio di Fausto Bertinotti, il campanaro di Montecitorio nonché presidente della Camera dei drogati, e della droga stessa.

Le umili origini[edit]

Il marito di Vladimir Luxuria

È nato a Cazzarate, una frazione del Comune di Cazzera, un ridente paesino sul fiume Minchia (affluente del Popò), poco distante da Minchiaturo, nel lontano 1997 dalla relazione incestuosa tra Padre Fedele e Milly Carlucci. Vladimir Augusto Maximo Luxuria vive un'infanzia umile. Da giuovine è infatti addetto alla pastorizia per volere dei nonni Padre Fedele e Padre Fetuso, i quali spesso lo costringono ad arrotondare con la vendita di fagiuoli al dettaglio, e ne rimane fortemente traumatizzato. Altre fonti sostengono sia nata da Moana Pozzi e Hermann Goering.

Le campagne sinuosoidali[edit]

Dopo aver accumulato denaro a palate grazie all'oramai noto franchising della vendita di fagiuoli al dettaglio e del deretano all'ingrosso e aver svolto il tirocinio da geometra, il giuovine Vladimiro tenta la carriera nella Legione Straniera, conquistando benemerenze sia tra i legionari che tra i Marocchini per aver alleviato le loro solitudini e fatto riposare le loro mani. È nota la sua fortuna dovuta alla sua apertura mentale e posteriore. Infatti ciò fu notato dall'elettorato napoletano che così commentò: "Tene o sfunnulo è mazzo" (cioè è sfondato dietro, ha molta fortuna).
Nel 1456 è proclamato ufficiale, il giorno dopo viene nominato Mario Civitarese in Capocchia Della armonica: tra i suoi successi militari ricordiamo le sinu-1 (500 a.C.) e la Presa Della Pastiglia Blu (1789).

Dicerie[edit]

Si dice che abbia proposto al Presidente della Camera che, assieme alla "sala di meditazione" istituita a Montecitorio, di istituire una sala di relax, dove lui e Sandro Bondi si occuperebbero, manualmente o oralmente, a richiesta, di abbassare la tensione dei conflitti parlamentari.
È stato eletto Cittadino Onorario di Porgilano. Inoltre è destituita di fondamento la notizia che lucida personalmente il campanello al Presidente della Camera.
La sua presenza in aula viene sempre notata perché è l'unico che, data l'apertura culare, riesce a scoreggiare il Mi grave, come un contrabbasso. Inoltre è uno dei promoter della Motonatica.
Si dice sia anche campionessa mondiale di salto con l'asta altrui mentre altre leggende dicono che abbia partorito Spook e John Q.
A suo merito bisogna ricordare una sua proposta di legge, firmata insieme a Marco Pannella, per l'istallazione nelle aule parlamentari dei sedili a perno.

La guerra dei cessi di Montecitorio (Cessogate)[edit]

Attento! Vladimir Luxuria potrebbe essere dietro di te!
Locandina del film autobiografico scritto, diretto, prodotto e interpretato dall'On. Luxuria.

Col nome di "Guerra dei cessi di Montecitorio" si definisce un episodio della "Grande Guerra Prodi-Berlusconi" avvenuto tra le armate transformers di Vladimir Luxuria (poi risultate vittoriose) e quelle della forzista buonista Elisabetta Gardini, una vera e propria guerra nella guerra. Dopo la sconfitta di Piazza Montecitorio subita dalle armate delle Iene, le armate fameliche della Gardini (ormai in rotta completa perché non avevano tenuto conto del fattore "Cos'è la CONSOB") furono costrette a piegare verso il noto palazzo. In particolare, furono costrette a rifugiarsi nei ben noti cessi mentre sopra le loro teste le armate di Capitan Evve Moscia vittoriose si davano alle purghe staliniane e al "Mangiabambineggio" contro i rappresentati del centrodestra e alcuni dell'UDEUR (questi ultimi furono trucidati per semplice sfizio personale del Feldmaresciallo Russo Spena). Approfittando del trambusto generale, le armate del(la) Luxuria decisero di riparare anch'essi in una radura solitaria dei cessi. Non si sa ancora bene quale delle due armate abbia riparato per prima nelle vicinanze; si sa solo che adocchiata la preda, le armate gardiniane decisero di riscattare l'onore perso contro le Iene col grande attacco alle forze luxuriane, che uscite dal bagno si ritrovarono innanzi i loro trepidanti nemici, capitanati dalla Gardini al grido di:

« Luxuria, che ci fa qui? Se lo tagli. »

Subito le armate luxuriane tentarono di rispondere all'attacco, ma i terribili attacchi gardiniani a base di slogan razzisti, canzoni di Tiziano Ferro e peti di Andreotti (queste ultime armi di distruzione di massa vietate da almeno 1896 diverse convenzioni internazionali) impedì ai luxuriani qualunque azione, e si optò dunque per una rovinosa ritirata strategica a base di pianti e urlacci. La guerra sembrava dunque vinta dalle armate gardiniane, che tra l'altro avevano già fatto sì che il fatto fosse risaputo al mondo intero. Proprio questa azione porterà alla seconda e ultima fase della guerra, quella decisiva e vittoriosa per i luxuriani. Infatti, l'ondata di sdegno dovuta ai toni ben poco cattolici e moderati della Gardini fu per lei e per le sue armate rovinosa. La prima forza armata a scendere in campo fu la corazzata Repubblica, che attirò le armate gardiniane nella "Palude dell'intervista vera apparentemente infida", dove la Gardini fu costretta sotto tortura ad ammettere ogni cosa. Quindi fu la volta delle armate delle Iene, che si unirono alle armate luxuriane e che con azioni rapide e inaspettate inflissero sconfitte gravi e rovinose alle armate gardiniane, finché l'intero territorio dei Cessi fu definitivamente liberato e smilitarizzato (dopo la prima fase della guerra erano stati occupati dai gardiniani che avevano iniziato i lavori per la costruzione di un terzo bagno per transessuali e di un quarto per cani, mussulmani, pecore ed ebrei). Ricacciate nel territorio di Montecitorio, le armate gardiniane vennero finite dalla temibile squadra dei "Questorini" agli ordini diretti di Capitan Evve Moscia. La guerra dei cessi di Montecitorio ebbe effetti insperati per le sorti della "Guerra Prodi-Berlusconi": la conquista di un obbiettivo strategico come i cessi di Montecitorio servì infatti a placare gli appetiti sessuali di Fabris e del gruppo UDEUR alla Camera (che identificandosi per ovvie ragioni con i cessi in questione li mettevano al centro di ogni loro attività vitale, dalla digestione alla masturbazione) in modo tale che rimanessero fedeli a Prodi anche dopo le purghe staliniane del Feldmaresciallo Russo Spena.

Curiosità[edit]

  • Dopo la guerra dei cessi a Montecitorio ha deciso di cercare se stessa, partecipando all' ottantasettesima edizione dell' Isola dei famosi. Tuttora non si sa come cavolo abbia fatto a vincere.
  • Luxuria ha notevoli poteri speciali con i quali combatte la C.H.I.E.S.A. e l'Imperatore Palpatine, che comprendono anche il famigerato bacio della morte, che impedisce rapporti sessuali normali per mesi, crea confusione e disorientamento.
  • Luxuria, per l'anagrafe Vladimiro Guadagno, fin da piccolo(a?) giocava con le bambole gonfiabili, ma, a differenza della totalità dei suoi coetanei maschi, non le "trapanava" ... le muniva di gancio per farsi trapanare
  • Luxuria ha avuto una lunga relazione con il personaggio di South Park, Big Gay Al terminata dopo che la stessa Luxuria è entrata in parlamento.
  • Il gruppo dei Finley ha deciso di dedicarle una canzone, il cui titolo provvisorio sarebbe Diventerai una trans, ancora in fase di lavorazione.

Voci correlate[edit]

Cazzari in giacca e cravatta

Noi siamo di sinistra, ma anche di destra. Zzzzzzzzzzzzzzzz... Sono l'ultimo degli immortali, tiè! Aaaaaaaaaa... Asgratbhsfhgbcchdinbsnfa Padania! ♪♫ L'unico frutto dell'amor, è la patonza, è la patonza ♫♪

Rive Gauche In mezzo alle palle Quelli che hanno la precedenza
Rive Gauche Il sindacalista usurpatoreLo smacchiatore di giuaguariL'ammeriganoIl figlio di Topo GigioMortadellaTafazziIl nipotino dalle larghe inteseSherlock HolmesBandiera Rosso CachemireGrissino TorineseDottor SottileBill KaulitzEmmadonnaPiss-ky and SodaMani zozzeMani ancora più zozzeIl gaudente De MaialisFabbrica Tasse Padoa&SchioppaIl Webmaster dei RedditiIl verde non padanoMister FrollinoEr monnezzaLa gnocconaLa mummia di LeninCraxers salatiArturo ParigiLa VentolaIl grillo smerdanteLa cugina di campagnaIl TransitIl suo compareMassimo TonnatoL'oste del senatoRe Giorgio IIRe Carlo Azeglio IIl rottamatoreIl parcheggiatore abusivoQuello che è sempre colpa sua'O bello guaglioneFaccetta neraRumoreGiovanni CiccioliniIl becco sacrificale


Prossimo leader del Partito Democratico
Candidato Presidente della Repubblica del PD
In mezzo alle palle Il DivoRe MidaThe GasperyAldo NegroAntelope CobblerIl Gran CasinìEl ButtillónRobotLa cariatide che non ci staIl Teo-radicalLa ProletariaBuona volontéIl difensore dei bambiniIl capo dei bigottiLo sniffatoreIl suo CompareTrasforManAmintore FanfaraIl picconatoreMartina ZoliMiss cilicio bagnatoMagdi Intercambiabile AllamIl TabacchinoRanocchioForlaniAdoneNicola De EnricoCaramelle GoriaIl presidente siciliano
Quelli che hanno la precedenza Meno male che c'è!Il suo ex-camerata compagnoEl senatùrLo stratapizzatore H24PorcellumSalve SalviniL'incazzatoIl fascista solitarioIl nonno rincoglionitoEr sindacoLo scemo del gruppoIl ministro dell'InfernoMissione EsteriNomen OmenDon MarcelluzzoLa voce del padroneIl genio finanziavioCicchettoIl mini-stroDa Playboy al palazzoL'aministra del istruzzioneBocca di rosaIl suo collegae la sua apprendistaDon RaffaéMassimo BoldiGigi D'AlessioLa brunaLa biondaLa rossaCazzoneIl ministro del sottoboscoAngelino JolieLa mamma di BatmanL'avvocato del diavoloIl galeottoLo sconosciutoLa sindacalista fascio e martelloLo showmanIl ministro a sua insaputaSquacquaragnioIl ciccione ritardato2 neuroniLa formichinaIl lupacchiottoRoberto CottoIl culattone raccomandatoL'irresponsabileIl medico legaleEr BatmanIl golpistasuo figliottoLa bevanda dei coglioni


Prossimo leader del PdL