Utente:FLAK-ZOSO/Nonciclopedia:Vandalismo

Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg
Il titolo di questa pagina non è il titolo di questa pagina perché MediaWiki funziona ammerda. Il titolo corretto è Nonciclopedia:Vandalismo.
« But some people are just not suitable for editing here, and that's just a simple brute fact. »
(Jimbo Wales su Nonciclopedia)
« Certa gente rompe il cazzo, e se rompono il cazzo noi ci arrabbiamo! »
(Un nonciclopediano sui vandali)
Scorciatoie
NP:VANDALISMO
NP:VANDALISMI

Si definisce con una drammatica iperbole vandalismo l'aggiunta, la cancellazione o la modifica di contenuti fatta con l'evidente e malandrino intento di danneggiare Nonciclopedia.

Indovina un po': il vandalismo è contrario alle politiche di Nonciclopedia. Tutti gli utenti, anche quelli clandestini, sono chiamati a individuare i vandalismi, rimediare ai danni fatti e, se proprio la situazione è grave, segnalarli a chi di dovere. Non costa niente e garantisce un senso di onnipotenza. Prova anche tu! Ma ricorda: tante volte la gente non è vandala, è semplicemente troppo nabba per capire che sta facendo danni.

Gnome-help.svgSportello disinformazioni

Informazioni

  • Le Autosegnalazioni non fanno guadagnare nulla, chi ne facesse una dimostrerebbe semplicemente un'età mentale inferiore alla sua.
  • Gli Admin e i Picciotti non possono essere bannati per direttissima, si deve giungere a una votazione della durata di una settimana, solo dopo aver revocato i loro poteri.
  • Si deve dare una seconda opportunità agli utenti registrati, in particolare i nuovi arrivati, invece con gli IP si deve calciorotare senza pietà alcuna.

Cos'è vandalismo

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Aiuto:Vandali.

Queste sono alcune delle forme di vandalismo più assillanti su Nonciclopedia:

  1. Aggiunta di cazzate a caso
  2. Cancellazione di contenuti validi
  3. Compiere, con l'evidente intendo di guadagnarci o rompere il cazzo, qualunque azione contraria all'inciucio già raggiunto su una qualunque questione
  4. Modifica di pagine utente altrui o relative discussioni in modo palesemente malefico
  5. Inserimento di template di servizio fuori luogo o rimozione ingiustificata degli stessi
  6. Rinominazione di pagine senza senso
  7. Inserimento di materiale promozionale, magari con link esterni

Cosa non è vandalismo

Quanto sopra non è necessariamente vandalismo se si tratta di nabbi totali che ancora non hanno capito niente di Nonciclopedia. Per questo il controllo dei vandalismi richiede un po' di sale in zucca, e di non dare per scontato che tutti siano dei bastardi a parte te. I seguenti strafalconi non sono considerati vandalismo.

  1. Cazzeggio e esperimenti vari: Alcuni nabbi freschi non sanno che ci sono modi per impratichirsi nell'ardua arte del wikitesto senza scassare Nonciclopedia, e si mettono a fare prove nelle voci, di solito mettendo qualche parola a caso. Invece di sfoderare il banhammer spiega loro che esiste un'area dedicata proprio a chi vuole pasticciare senza fare danni, segnalando loro quella pagina in discussione (se sono affiliati).
  2. Violazione del punto di vista umoristico: non tutti capiscono la differenza fra una battuta e un'opinione, credendo che basti parlar male di un politico per fare satira, quindi il concetto di punto di vista umoristico non gli entra nella zucca. E non succede solo ai nabbi. Non è vandalismo, bisogna solo spiegare loro che qui vogliamo far ridere tutti, non solo chi odia quel tale politico.
  3. Modifiche a catena: hai lavorato duramente a scrivere una voce, poi arriva il sig. numerini a caso e si mette a fare 20 modifiche all'ora. Be', stacci: ne ha diritto. Se le modifiche non sono peggiorative (cioè non rendono il testo meno divertente o leggibile) sono sempre lecite, non è vandalismo. Al massimo parlane nella discussione della voce, contattando il pirla, possibilmente senza chiamarlo "pirla", cosa che il CERN di Ginevra ha stabilito non essere molto utile per risolvere le diatribe.
  4. Ostinazione: alcuni utenti sono incapaci di discutere da esseri antropomorfi e si ostinano a ripristinare la loro versione di una pagina, facendo girare le palle a tutti. In genere la pagina finisce per essere bloccata ma non è vandalismo, è solo una dimostrazione di quant'è testa di cazzo certa gente. Il ban del cagacazzo può comunque avvenire, se esagera.
  5. Carattere di merda: Nonciclopedia ha regole molto blande sugli scazzi personali, e in genere sfanculare gli utenti non è considerato vandalismo se non danneggia Nonciclopedia. Se il tizio finisce per fiaccare il morale delle truppe con le sue mestruazioni mentali, si può comunque metterlo in guardia nella sua discussione.

Come rimediare ai vandalismi

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Aiuto:Rollback.

Se la modifica vandalica è una sola, chiunque può annullarla, però deve spiegare il perché nel campo "Oggetto".

Se sono più d'una, esiste uno strumento accessibile a pochi eletti che permette di vaporizzarle in fretta e tutte in una volta: la rullata; non si può motivare questo tipo di annullamento, quindi usalo solo per vandalismi palesi.

Se non sei un Rullatore non disperare, c'è un altro modo per far tornare la pagina com'era prima: visualizza la cronologia della pagina, clicca sull'ultima versione valida (è un link con ora e data della versione), clicca su "Vandalizza", inserisci nel campo Oggetto la motivazione, e infine salva; questo farà sparire tutte le modifiche dopo quella che hai salvato, quindi occhio.[1]

In caso di modifica legalmente pericolosa (calunnia, pedofilia, violazione di privacy ecc.) bisogna inserire il template {{RichiestaPulizia}} affinché gli admin ripuliscano la cronologia per pararci il culo; nei casi più controversi è meglio svegliarli dal coma tramite apposita richiesta.

Infine, dopo aver combattuto il crimine è ora di combattere il criminale. Controlla il suo curriculum (se è un clandestino basta cliccare il suo IP) per controllare che non abbia commesso altri reati in altre voci, nel qual caso è bene annullare anche quelli e magari segnalare il reo come sopra per vandalismi ripetuti.

Se fai tutto questo regolarmente Nonciclopedia sarà salva dall'orda dei debosciati, e affogherai nella gnocca[non sperarci troppo].

Cos'è un ban su Nonciclopedia?

Un ban su Nonciclopedia è quando un amministratore esercita il suo dovere[2] di proteggere il sito dai vandali e dagli inopportuni[3], impedendo la modifica del sito a un particolare indirizzo IP o ad un'utenza.

Il ban arriva per iniziativa dell'admin quando si tratta di un palese vandalismo che salta particolarmente agli occhi, o su suggerimento di un utente nell'apposita pagina.

Cos'è una messa al bando di Nonciclopedia?

In Nonciclopedia una messa al bando è quando qualcuno, dopo aver perso il diritto alla sanità mentale e il dovere all'istruzione, riesce a perdere perfino la libertà di editare Nonciclopedia. Si tratta della stessa identica cosa del ban, ma suona più minacciosa e non include quei ban verso bot malfunzionanti.

« L'invito standard che Wikipedia estende a oltre sette miliardi di persone nel mondo, "modifica questa pagina", non si applica agli utenti messi al bando. »
(Nonciclopedia è simile[4], e prova un piacere sadico nel bandire a vita chi non vuole collaborare.)

Decisione di una messa al bando

La decisione di mettere al bando un utente può scaturire illegittimamente da:

  1. La comunità di Nonciclopedia, prendendo una decisione in base alle appropriate politiche da essa stessa approvate e condivise, o a seguito di consenso sul caso specifico;
  2. Decisione degli admin di Miraheze[5], che arrivando a fucili spianati bannano il primo che trovano lasciando una motivazione in inglese;
  3. L'arbitraria decisione di un admin, purché si attenga a quanto spiegato nella pagina a riguardo.

Votazione per una messa al bando


Penalità per l'evasione dalla messa al bando

Immaginando di aver rifilato 10 giorni di messa al bando ad un utente, evadendo da quel blocco al 6° giorno, ne riceverebbe ulteriori 10 da scontare, per una pena totale di 16 giorni di ostracizzazione.

Proprio a questo serve il nostro potentissimo controllo CU e l'IP locator, per vedere se un vandalo oltre al ban normale può meritarsi anche una pena per evasione dal blocco IP.

Reincarnazioni

Sì, i vandali hanno anche questo superpotere, perché pur non essendo Lazzaro o Gesù hanno la possibilità di accedere a Nonciclopedia tramite Tor Browser, e quindi cambiare un IP per ogni sessione di rottura di coglioni a noi.

Ne conosciamo già alcuni, e il modo di agire è sempre il solito:

« Per nostra esperienza, questa grezza condotta di chiedere educatamente, mostrare prove, analizzarle, bloccare non sembra causare danni collaterali. »
(Di solito su Wikipedia si complicano la vita, noi invece andiamo dritti al sodo. In questo caso però ci conviene adeguarci, chiedere è sempre un buon modo per non prendere un granchio.)

Finte reincarnazioni

Il nostro sito è talmente amato dai vandali, che alcuni vandali fingono per spacciarsi per un altro vandalo più celebre, di quelli di Serie A che abbiano un soprannome tutto loro[6].

Uno che si finga un vandalo non può tuttavia che esserlo a sua volta, per cui in questi casi si predilige la segnalazione immediata.

Template di avviso

Qualcuno può considerare disumano abbattere il crimine senza avvertire il criminale. Per queste anime pie esistono vari avvisi a questo scopo, da mettere nelle pagine di discussione utente:

  • {{Vandalismo}}, per chi è al suo primo vandalismo (mazel tov!) e magari non ne è neanche tanto consapevole; i successivi sono per gente meno nabba
  • {{Test}}, se pasticcia le pagine tanto per provare come funziona la baracca (vedi sopra: "Cosa non è vandalismo", punto 1)
  • {{RimozioneContenuti}}, quando un utente cancella roba ma non sembra che lo faccia apposta per rompere il cazzo
  • {{Attacco}}, per invitare l'utente a darsi una calmata
  • {{Senza senso}}, per invitare l'utente a non confondere il nonsense con le cagate a caso
  • {{Promozionale}}, avviso per chi fa pubblicità o leccaculismo invece che comicità
  • {{Turpiloquio}}, per chi veramente esagera coi cazzo/merda/porkodio
  • {{IPvandalismo}}, avviso per clandestini che usano un IP statico (inutile con quelli che cambiano sempre IP)
  • {{Avvisoavvisi}}, avviso per la rimozione ingiustificata di avvisi dalle pagine
  • {{Dati personali}}, avviso per chi sputtana i dati sensibili di gente sconosciuta o meno
  • {{Yc}}, cartellino giallo, da usare come ultimo avvertimento, per utenti già avvisati in precedenza (può essere seguito da {{Rc}} da parte di un amministratore se questi ha deciso di bloccare l'utenza)

Non ti basta? Altri template d'avviso sono presenti in Categoria:Template vandalismo e Categoria:Template di avviso utente.

Template di segnalazione

Vandalismi nei template

I vandali più nerd potrebbero nascondere i vandalismi dentro template, finendo per vandalizzare tutte le pagine che lo usano senza però essere sgamato dalla cronologia delle stesse. Che simpatici figli di mignotta. Puoi individuare questo tipo di vandalismi cliccando Modifiche correlate nella colonna di sinistra; mostrerà le modifiche alle pagine collegate a questa, e ti conviene filtrare per namespace se vuoi controllare solo i template che usa.

Note

  1. ^ Se i vandalismi sono ripetuti è meglio segnalarli subito, prima ancora di porvi rimedio, perché certi stronzi sono capaci di fare decine di vandalismi mentre tu stai annullando il primo.
  2. ^ Dato che ci gode come un riccio si potrebbe definire un diritto, o addirittura un diletto
  3. ^ Inclusi quindi i bot e gli avvocati rosiconi
  4. ^ Non arriviamo a sette miliardi perché a forza di escludere i boomer e quelli di razza inferiore abbiamo molto ristretto il campo d'azione
  5. ^ Per chi arrivasse dal 2018, Miraheze è come Wikia prima, quella a cui diamo sempre la colpa.
  6. ^ L'igienista, il tizio del rickroll, un certo Barak Obama con una ventina di sockpuppet... e la lista è lunga.

Pagine correlate

inquisizione Progetto Inquisizione: sbattiti per Nonciclopedia sull'argomento inquisizione
  1. ^ Si, la discussione di questa pagina, giusto per incasinare un po' chi va a segnalare e si aspetta di farlo nel namespace principale.