Tressette

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, la pseudo-enciclopedia pseudo-libera.
« Scopa! »
(Costantino giocando a tressette)
« Torna! »
(Cittadino di Ferrara sul tresette con la briscola)
Le rovine di uno stadio azteco in cui si svolgevano le partite di tressette.

Il tressette è un giuoco di squadra, basato sulla velocità, di grande importanza storica e sociale.

Storia[edit]

Gli inseguitori tunisini alla partenza della finale di tressette ad Atene nel 1896.

L'ideazione[edit]

Il tressette venne ideato dall'antica popolazione degli Aztechi prima della fatale distruzione da parte dei conquistadores spagnoli avvenuta proprio a causa di questo giuoco. I nobili europei, infatti, una volta arrivati nel nuovo continente, vennero reclutati dalle popolazioni autoctone come partecipanti, ma essi, una volta scoperte le regole li sterminarono tutti con i loro moschetti.

Però sotto sotto gli europei apprezzavano il tressette, e zitti zitti quatti quatti lo esportarono nel vecchio continente.

Il successo[edit]

Con il corso degli anni divenne sport nazionale della Svizzera del XVII secolo e, in seguito, introdotto come sport olimpico alla prima edizione delle Olimpiadi di Atene nel 1896. La prima edizione venne vinta dalla squadra della Tunisia.

La fine[edit]

Il gioco venne tolto dalle Olimpiadi poiché troppo stancante subito dopo l'edizione del 1932 svoltasi a Palermo. Viene però tuttora praticato in tutto il mondo con più di 12.000 associazioni sportive.

Giocatori[edit]

Sette per squadra, divisi in quattro insegutori e tre membri del gruppo di testa.

Il controllo ascellare prima dell'entrata in campo.

Regole[edit]

  • Secondo il regolamento ufficiale il campo deve essere lungo almeno metri cento con una linea bianca distante metri dieci dalla linea di fondo campo.
  • Prima di scendere in campo i giocatori devono farsi accuratamente annusare le ascelle da una squadra di esaminatori specializzati: il fetore non è concesso in campo.
  • Il gioco si svolge in due manche.
  • Gli insegutori di una squadra devono disporsi lungo la linea di fondo campo, il gruppo di testa dell'altra squadra, invece, sulla linea bianca distante metri dieci.
  • Al fischio dell'arbitro tutti i giocatori partono a gran velocità verso l'altra parte del campo.
  • La seconda manche si svolge esattamente nello stesso modo escludendo il cambio dei ruoli fra le squadre.
  • È vietato volare, mentre si gioca a Tressette.

Scopo[edit]

Match tra Francia e Nigeria. Un'immagine degli ultimi campionati mondiali di tressette.

Gli insegutori devono prendere a calci in culo i membri del gruppo di testa avversario, che a loro volta devono scappare cercando di non venire colpiti. Ad ogni calcio rifilato verrà assegnato un punto alla squadra, a ogni calcio ricevuto ne verrà sottratto uno, per questo motivo è consigliabile avere una buona squadra e grande partecipazione.

Varianti[edit]

Tressette col morto[edit]

Una variante è tressette col morto (37CM), e consiste nel fatto che prima di iniziare la partita, un giocatore a caso si impicchi. Così si gioca presso il morto, e si ha sempre l'impressione della fuggevolezza della vita.

È un gioco molto bello, ma un po' triste.

Tressette a spazzola[edit]

In questa variante tutti i giocatori devono essere calvi per partecipare, se non lo si è, si è automaticamente esclusi dalla partita

Tressette a petrolio[edit]

Gli inseguitori partono da una parte del campo, il gruppo di testa dall'altra in direzione opposta. In questa variante bisogna tirare calci nei maroni e molotov.

Curiosità[edit]

Il numero della famosa pagina di Televideo.
  • Il gioco del Tressette, non ha nulla a che fare con la famosa pagina 777 di Televideo. Pare comunque che l'inventore di tale pagina, stesse giocando a Tressette quando ebbe l'illuminazione.
  • Pare che il gioco Tressette sia incomprensibile a persone con età effettiva minore a 82
  • A quanto pare tressette non è uguale a 21

Voci correlate[edit]