Sedia elettrica

Da Nonciclopedia, la cosa che cosa.
Jump to navigation Jump to search
Boia : Quote rosso1.png Di' le tue preghiere. Quote rosso2.png
Condannato : Quote rosso1.png Fa' che l'ENEL stacchi la corrente... Quote rosso2.png
Una sedia elettrica.

La sedia elettrica è uno strumento utilizzato in vari Stati moderni per l'esecuzione delle condanne a morte. Fu introdotta per la prima volta nel Basso Medioevo e veniva usata dai primitivi per praticare riti di iniziazione, come entrare a far parte del gruppo delle “Giovani Marmotte” o dei cosiddetti “Finocchi a vita”.

Metodo di esecuzione

Innanzitutto, la stanza che contiene la sedia elettrica deve essere almeno di 700 metri quadrati in modo da contenere un vasto pubblico per l'esecuzione.

Il condannato viene fatto sedere su un particolare divano con tre gambe e il poggiatelecomando. Successivamente, vengono trasmesse forti scariche di elettricità da 5 000 a 5 000 000 di Volt (vengono decisi a caso). Prima dell'accensione della sedia, un soggetto chiamato boia si avvicina al detenuto e inizia a frustarlo e ad accoltellarlo al fine di divertire il pubblico. Questo presentato è il procedimento esecutivo ordinario della sedia elettrica.

La sedia elettrica è stata spesso criticata per il suo funzionamento macabro: essa, infatti, procura effetti visibilmente devastanti in quanto gli organi del corpo umano si bruciano, lasciando al condannato un tempo di sopravvivenza di 1-5 minuti. Attualmente, però, è sempre più utilizzata poiché fornisce molto spettacolo; infatti, Italia 1 nel 2012 ha promesso di presentare in diretta tali esecuzioni.

Curiosità

  • Nel noto programma Walker Texas Ranger, il famoso Chuck Norris, in una puntata, viene incastrato dai malvagi e condannato a morte sulla sedia elettrica con una scarica di 10 000 Volt, ma, alla fine dell'esecuzione, lui si risveglia, va a catturare i malvagi, li lega alla sedia elettrica e aziona egli stesso il macchinario. Giustizia è fatta.

Condannati celebri

Passatempi analoghi

Collegamenti esterni