Nonsource:Diario segreto di un quindicenne Rockettaro

Jump to navigation Jump to search

Giorno 1

Una delle mie ventitré ragazze mi ha regalato un diario. È tutto rosa con i cuoricini ricamati. Bah, odio il rosa. Per farla felice le ho detto che l'avrei usato. Quei rozzoni tamarroni commerciali dei miei compagni di classe dicono che è da gay, ma non me ne importa, dopotutto Freddie era omosessuale.

Giorno 2

In televisione ho visto Ligabue che definiva il suo ultimo album decisamente hard rock. Allora in un impeto di rabbia, ho preso la mia chitarra Vision modello Stratocaster e l'ho rotta contro la tv LCD nuova. Mio padre mi ha fatto un cazziatone, mi ha messo in punizione e io per vendetta ho ripassato tutta la discografia di Jimi Hendrix fino a quando le corde della chitarra non hanno preso fuoco e i vicini hanno chiamato gli artificieri che mi hanno annaffiato con l'idrante. Ho notato che ci sono alcune crepe sul muro...vabbè, niente di importante.

Giorno 3

Mi sono svegliato con un tremendo mal di testa, non sono uscito di casa. Tutta colpa di quei truzzi dei miei vicini che ieri hanno organizzato una stupida festa house, sto preparando la vendetta con i membri del mio gruppo; abbiamo un nome molto originale: gli AC/FC.

Giorno 4

Camminando per strada ho visto un barbone che cantava Another Brick in the Wall, allora mi sono unito a lui e con la mia chitarra classica da passeggio abbiamo fatto gran parte del repertorio musicale dei Pink Floyd. Poi ci siamo scolati 2 Jack Daniel's e ci siamo addormentati per strada.

Giorno 5

Finalmente ho sferrato la mia vendetta! I truzzoni commerciali hanno organizzato una nuova festa house, ma io e il mio gruppo con l'aiuto di un glamster urlante abbiamo raccolto tutti gli amplificatori possibili e abbiamo coperto la loro "musica" di merda. Quindi oggi è andato tutto bene, se non fosse per il fatto che i muri, già indeboliti dai miei assoli, hanno ceduto. Mio padre mi ha cacciato di casa fino a tempo indeterminato dicendomi che sarei potuto tornare solo se avessi bruciato davanti a lui tutte le mie chitarre, gli amplificatori e i cd, al grido di viva Gigi D'Alessio!

Giorno 6

Mi sono stabilito da mia zia Santippe, tanto i miei di lei se ne fregano ed è quasi completamente sorda e cieca, dunque posso continuare a rockeggiare senza che nessuno mi rompa le palle. Oggi camminando per strada con la mia maglia "fuck commercial", una signora mi ha detto che il rock è malato, drogato, alcolizzato, perverso etc etc. Poi è tornata nella sua auto ad ascoltare Britney Spears e Lady GaGa. Ho preso la targa della macchina, così che anche lei assaggerà la mia vendetta!!

Giorno 7

Al negozio di cd ho incontrato il mio ex professore di musica che comprava i cd di Mozart e, vedendo che avevo in mano cd degli AC/DC, ha iniziato a dirmi che il rock è solo urla e rumore. Allora l'ho portato fuori e l'ho costretto ad ascoltare 50 volte Voodoo Child e ho distrutto i suoi amatissimi dischi. Così me ne sono andato lasciandolo a terra in lacrime.

Giorno 8

Abbiamo organizzato il nostro primo concerto, sarà in un palazzetto dello sport abbandonato fra le montagne Abruzzesi. Già immagino i manifesti AC/FC LIVE AT SERRAMONACESCA, PALAMACAZZFAFRIDD 21/12/12 Si lo so, ci vorrà un po' di tempo, ma così ci prepareremo al meglio con tantissimo materiale!! Sarà la fine del mondo!!!

Giorno 9

VAFFANCULO!! Quella troia di zia Santippe è morta e indovinate a chi ha lasciato la casa??? Al suo bravo nipotino che le è stato vicino in questi giorni??? NO! A un senegalese clandestino che l'aveva sedotta per ottenere l'eredità. Ora sono stato cacciato di casa e vago per le strade racimolando qualche soldo con i miei assoli.

Giorno 10

Per strada ho incontrato Franz di Cioccio, un mio lontano parente che mi ha ospitato alla sua casa natale di Pratola Peligna. Qui posso dedicarmi a tutto il rock che voglio e posso anche spippettarmi con le foto della figlia, che sarebbe mia cugina ma a nessuno importa.

Giorno 11

Oggi è venuta la Polizia a casa dicendomi che avevo saltato troppi giorni di scuola e che dovevo tornare. Allora, armato della mia Gibson SG e dei 10 amplificatori Marshall giganti, li ho cacciati via a suon di decibel!! Sono troppo orgoglioso di me!!

Giorno 12

Zio Franz è un mito: oggi in giro c'era un gruppetto di truzzi che camminavano per strada e deridevano un metallaro gracile che passava. Allora li ha presi e gli ha fatto fare coccia a coccia. Poi è arrivato il fratello non gracile e per i commercialoni sono stati cazzi amari!

Giorno 13

Porca Puttana, mi hanno chiamato in tribunale per resistenza a pubblico ufficiale, rischio di finire 3 anni in un riformatorio emo creato apposta per Rockettari e Metallari, dove ti costringono a tagliarti e ad ascoltare i Tokyo Hotel. Ma dai, ho solo reso sordi 4 agenti...

Giorno 14

Mio zio mi ha rincuorato, mi ha raccontato che in Italia la giustizia è al 185° posto nel mondo dietro a Sao Tomè e Prìncipe, infatti qui assassini, stupratori e mafiosi dopo 4 giorni sono liberi e i processi durano 30 anni. Posso dormire sonni tranquilli.

Giorno 15

Oggi ho conosciuto una tipa, si chiama Erica ed è Rockettara come me. L'ho incontrata mentre spaccava le bacchette della sua batteria in testa alle emo. Com'è dolce...Tra due giorni abbiamo un appuntamento al pub della zona. Non vedo l'ora!!!

Giorno 16

Sto ancora gasato per ieri, ho suonato tutte le canzoni d'amore rock che conoscevo dalla A di Aerosmith alla Z di Zeppelin, Led Zeppelin.

Giorno 17

FOTTETEVI TUTTI, NON SONO PIÙ VERGINE!!! Erica, la tipa di ieri me l'ha data!!! Prima ci siamo riempiti di Jack Daniel's al pub, poi l'ho portata alla sala prove abbandonata. Quando le ho raccontato delle mie gesta, tipo quando ho fatto crollare il muro di casa o quando ho cacciato la polizia col mio Rock, lei si è eccitata al tal punto che mi è saltata addosso e abbiamo trombato selvaggiamente per terra.

Giorno 18

Oggi c'era il processo, ma uno dei poliziotti non è venuto, quindi il processo ci sarà tra 6 mesi. Poi ho invitato Erica a casa e l'ho presentata a zio Franz, abbiamo fatto una jam session spettacolare insieme. Poi le ho dato un'altra botta veloce sul letto, ci siamo fatti una canna e l'ho riportata a casa. Quindi una giornata SESSO DROGA E ROCK N' ROLL!!!

Giorno 19

Ho dormito quasi tutto il giorno, nulla di più...

Giorno 20

I miei, per disperazione, mi hanno permesso di tornare a casa perdonandomi per il muro. Mi è dispiaciuto lasciare lo zio Franz, no invece lasciare Erica, che era ingrassata, non usciva mai e quando usciva era nervosa e a volte vomitava, cosa le sarà successo?