Nonsource:Diario segreto di Romano Prodi

Jump to navigation Jump to search

Giorno di Governo 1

Caro diario, finalmente abbiamo vinto queste elezioni! Da oggi in poi, giuro, comincia un nuovo periodo di splendore per l'Italia! Noi risolleveremo il morale di questo popolo e lo porteremo alla gloria!


Giorno 2

Oggi mi godo il mio meritato trionfo. Intanto il mio carissimo amico Faustino mi ha detto che se non faremo entro tredici ore la legge sui PACS, la Finanziaria, la legge sull'immigrazione, l'indulto, il decreto sugli stipendi ai parlamentari, l'eliminazione fisica degli avversari, la legge sulle mortadelle clandestine e l'amnistia, il suo PRC (Partito di ricatto comunista) uscirà dal governo. Vabbe', piccole liti, ma a parte questo il governo va a gonfie vele!


Giorno 7

Oggi i sondaggi danno il centrosinistra all'11%, ma si sa, i sondaggi sbagliano. Io so che il nostro amato Governo è benvisto da tutti e che questa maggioranza è stabile come una colonna!

Ah, a proposito, oggi siamo stati battuti in Senato sul decreto legge per la liberalizzazione dei pannolini, ma sono solo dettagli.


Giorno 23

Nulla di nuovo oggi, solo il PRC che ha minacciato per la sedicesima volta di uscire dal governo e Mastella incriminato per un giro di prostituzione.

Abbiamo abolito circa una quarantina di riforme fatte dal precedente Governo, e sono molto soddisfatto dell'operato del centrosinistra.


Giorno 42

Sono contento di come procedono le cose nella creazione del Partito democratico. I miei alleati sono così premurosi che stanno già pensando a quando schiatterò per prendere il mio posto. Che cari ragazzi...


Giorno 61

Stiamo preparando una fior di legge, quella sull'indulto, grazie alla quale potremo risolvere molti dei problemi che affliggono gli italiani. Grazie all'indulto potremo... be'... ne parliamo dopo, ora una piccola manifestazione di circa tre o quattro milioni di berlusconiani mi sta chiedendo a gran voce di suicidarmi. Ma io so che la maggioranza è con me!


Giorno 75

Finalmente l'indulto è entrato in vigore! E a parte una piccola percentuale di ex-carcerati rimessi in gattabuia per omicidio (solo il 94%) credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Sono soddisfatto, domani butterò un occhio alla proposta di legge del PRC sulla liberalizzazione della cottura di bambini.


Giorno 91

Un corteo di leghisti sta bruciando degli africani vivi davanti al Quirinale. Ma in fondo si vogliono solo divertire, poverini.

Oggi abbiamo chiesto la fiducia al Senato per quella che credo essere più o meno la novantesima volta dall'inizio del Governo, in riguardo a una legge che abbassa la pena massima di carcere da nove a sei mesi: siamo riusciti a passare per 153 voti a 152 grazie ai senatori a vita, benedetti loro...


Giorno 143

Abbiamo passato le vacanze estive, circa due mesi, ai Caraibi. Dall'Italia mi è arrivata la notizia che 9 italiani su 10 muoiono di fame, e che Luxuria e i suoi amici amanti del Carnevale hanno cominciato a protestare perché non abbiamo ancora fatto la legge sui PACS. Infine, Mavco Pannella ha iniziato il suo centesimo sciopero della fame. Ma a parte ciò, ho passato buone vacanze.

Ma oggi si ritorna al lavoro, e ho già in mente una bella Finanziaria per prendere un po' di soldi da investire nei festini privati organizzati da Silvio. Cento o duecento tasse, niente di più.


Giorno 188

Ecco finalmente il testo della nuova legge Finanziaria! Tra le novità la tassa sui brufoli, quella sull'aria e quella su Nonciclopedia. Il morale degli italiani è alto grazie a questo Governo, tanto è vero che i miei cento elettori rimasti mi adorano come una volta e anche più.

Qualcuno mi ha riferito che il mio caro amico Fassino ha proposto a Berlusconi di far tornare il centrodestra al Governo, ma che lui ha rifiutato perché dice di non essersi mai divertito tanto da quando ha avuto il suo governuccio. E perché è svenuto subito dopo la proposta. Ma sono solo malelingue.


Giorno 213

Qualche milione di fascisti sono scesi in piazza per protestare contro il mio governo, ma so che in realtà approvano segretamente quello che sto facendo.

Ho saputo però che gli amici dell'UDC (Unione dei dentisti cinesi e dei direttori cattolici) non hanno partecipato alla manifestazione. Ho perciò chiamato Pierferdi per proporgli di passare nel centrosinistra. Lui mi ha risposto che piuttosto si farebbe una peretta soda caustica nel naso. Lo prendo come un "sì".


Giorno 238

Oggi è Natale e siamo tutti più felici. Il bilancio fino a ora può essere considerato positivo: a parte le critiche giornaliere dell'UE, il declassamento dell'economia italiana da "Avete le potenzialità ma non vi applicate" a "Fate modestamente pena" e la crescita incontrollata dell'immigrazione, questo governo ha fatto il bene del paese.

È Natale e siamo tutti più buoni. Oggi a pranzo ho portato un marocchino uscito grazie all'indulto che mi faceva pena. Il pranzo è andato abbastanza bene, a parte che rinchiusi in uno sgabuzzino con una pistola puntata sulla nuca si stava un po' scomodi.


Giorno 251

Caro diario, Natale è passato e il nostro facoltoso Governo torna al lavoro. Ieri Vladimir@ e Fausto mi hanno detto che, se non faccio subito 'sta legge sui PACS il mio amato PRC uscirà dal Governo, così, per una buona volta abbiamo cominciato a farla, questa legge. Solo che la chiameremo DICO per via di qualche buontempone che dice che sono immorali... Ma il caro Mastella non è d'accordo, e ha minacciato di sguinzagliare i suoi amici contro la sinistra comunista, e Bertinotti gli ha risposto minacciandolo di bollirlo in pentolone. Il bollito è una specialità del PRC.

Intanto i miei avversari hanno chiesto di ricontare le schede elettorali per quella che credo essere stata la ventesima volta dall'inizio del governo Prodi II, mentre il mio amico di mille battaglie, Ciccio Rutelli, continua a inviare schede elettorali del suo partito - non mi ricordo come si chiama, una cosa come Comunismo è libertà - Il Girasole - a chiunque. Insomma, è vero che abbiamo una maggioranza risicata, ma siamo stabilissimi.


Giorno 301

Ho poco tempo, devo scappare al Senato perché tra poco si terrà la votazione su... beh, non mi ricordo bene, comunque non ho tempo. Sono sicuro che sarà un trionfo!


Giorno 302

Caro diario, nulla di grave, davvero. È solo caduto il Governo Prodi, per colpa di quei bravi ragazzi di Rifondazione. Nulla di grave, presto tornerò sulla mia poltrona e ricomincerò a fare il bene del paese, altrimenti non mi chiamo più Er Mortadell... ehm, Romano Prodi! Io per sicurezza ho dato le dimissioni, cosa che Berlusconi si sogna lontanamente di fare, ma non me le hanno accettate.


Giorno 341

Ad ottobre nascerà il Partito Democratico, e io sosterrò con forza la nascita di questo nuovo soggetto democratico. Sempre se ci arrivo, a ottobre.

Il mio successore sarà il caro Walter Veltroni, ma si sono candidati anche Mavco Pannella, Emma Bonino, Di Pietro, Berlusconi, Georgino Bush, Grande Puffo, Antonio Zequila, Cicciolina, Adolfo Hitler e Schumacher. Poi c'è un certo Kakaroth che dice di essere il più forte del mondo, ma noi gli negheremo la candidat...


Giorno 359

Non ricordo niente di quel che è successo nei giorni scorsi, ma non fa niente. Stiamo proseguendo il dialogo con il PRC sul tema delle pensioni, dei DICO, della legge Biagi, delle tasse e qualcos'altro.

Oggi l'UE e il centrodestra hanno rimproverato il Governo di essere governato dalla sinistra massimalista per quella che credo essere la 249° volta. Ma non è assolutamente vero. Ora devo andare a portare da bere a Faustino, altrimenti il suo partito esce dal Governo.


Giorno 365

Buon compleanno Governo Prodi! Il governo italiano più attivo che ci sia mai stato compie oggi un anno, e per festeggiare alcuni amici del PRC hanno preparato uno stufato davvero delizioso, anche se non mi hanno detto cosa c'era dentro. Gli ultimi sondaggi danno l'Unione al 6%, ma come dico sempre io non conta essere simpatici quanto conta essere efficienti.

Oggi la maggioranza ha votato la legge sull'immigrazione, grazie alla quale tutti gli immigrati che commetteranno un crimine riceveranno un buono sconto sui vestiti valido in tutti i negozi Salato & Gabbato: grazie ai senatori a vita, abbiamo tenuto per 151 voti a 150. speriamo che non ne muoia nessuno. Il governo regge...


Giorno 402

Non ti ho scritto per un bel po' di tempo, ma non ti preoccupare, non è successo niente di importante: Mastella è uscito dal Governo e poi è rientrato dal retro, Bertinotti si è aggiudicato qualche altro ministero e la Bonino ha litigato per cinque volte con quel simpaticone di D'Alema.

Oggi andiamo tutti in vacanza, ci godiamo qualche mese di meritatissima pausa. Bertinotti e i suoi amici promettono un autunno caldo, ma io vado in vacanza tranquillo, perché so che questo centrosinistra sta lavorando bene.


Giorno 418

Caro diario, ho poco tempo perché sono assediato da qualche milioncino di forzisti che protestano perché ieri mattina ho proposto il dialogo con il movimento palestinese di Hamas... Cosa avrò fatto di tanto grave? In fondo quelli di Hamas sono brava gente, lo so, di tanto in tanto sgozzano qualche nostro militare andato lì in guerra per far favore a Giorgio e promettono morte a tutti gli infedeli, e ci ripetono che siamo sporchi traditori qualche volta al giorno, ma nonostante ciò sono brava gente.

Perfino Fausto si è arrabbiato. Dice che solo quelli del suo partito hanno il diritto di allearsi con terroristi, immigrati, assassini e omosessuali contro lo strapotere degli USA. Ma preferisco non contraddirlo. Ah, lo sapevi che secondo un sondaggio di Libero il mio nome è in cima alla graduatoria dei pericoli per l'umanità insieme a Bush? Meno male, almeno in qualche sondaggio vado bene!


Giorno 417

Caro diario ho comprato da un marocchino la macchina del tempo e la sto provando: sono tornato indietro di un giorno ma purtroppo uno solo non serve a una mazza. Ora però andrò indietro fino alle elezioni per fare una cosetta. Sì, proprio quella che dice Berlusconi, ma meglio; altro che 24.000 voti.


Giorno 496

Gioiam gioiam! È nato il Partito democratico e io so quanto questo nuovo soggetto politico sarà un sostegno per questo splendido governo. Tant'è vero che ci sono solo quattro o cinque partiti che mi hanno mandato a quel paese. Francamente pensavo peggio.

Con gli alleati va tutto benissimo. Proprio adesso Bertinotti e compagnia sono andati a pregare sulla tomba di Miao Zedong, un certo benefattore che ha ucciso solo qualche milioncino di persone. Però oggi lo stufato preparato dal PRC era un po' più pepato del solito. Un mio amico ha detto che se lo stufato era troppo speziato allora il governo deve dimettersi. Poi ha passato la notte in discoteca con un amico.


Giorno 516

Il senato, grazie ai miei protettori, ha approvato la Finanziaria. Berlusconi, dopo un incontro pacifico e cordiale con me - stringi forte così non sanguina - è andato a Milano e ha cercato di buttarsi da un'auto proclamando la nascita di un novo partito del centrodestra, il Partito del popolo italiano della libertà del buongoverno liberale per la solidarietà del popolo d'Italia. Ma io non mi preoccupo. Certo, i sondaggi mi danno con una preferenza pari a quella di un tipo del sud a Bergamo, ma io non conosco Bergamo.

Ora ti lascio, devo andare a lavare i piedi a Faustino. A presto!


Giorno 521

Oggi un uomo in nero è corso verso di me brandendo una mannaia. La polizia lo ha arrestato. Come al solito non hanno capito niente: è ovvio che quell'uomo non voleva uccidermi, ma solo omaggiarmi di quella splendida lama in segno di gratitudine per il mio magnifico operato.


Giorno 526

E si è dimesso anche Mastella... se si dimettono altri 2 amichetti, rischio di non avere più la maggioranza.... nooo, ma cosa vado a pensare!!! Queste sono solo le opinioni dei sondaggi... io so che in realtà, i tirapiedi di Berlusconi vogliono passare dalla mia parte e che, sotto sotto, alla fine tutti votano per me! Tuttavia nell'incertezza, meglio inventarsi qualche nuova tassa e aumentarsi lo stipendio. Eh, lo dico sempre: io sono una formica, non una cicala!


Ultimo giorno di governo

È finita.... qualcuno deve aver messo del caffè negli acquedotti italiani e il paese si è svegliato. Ma io lo dico sempre, è un paese impazzito, che non pensa più al domani... Ma presto si accorgeranno di quanto è bello essere tassati e ridotti alla fame e torneranno a votarmi! Anzi, sono sicuro che se si torna alle urne mi voteranno di nuovo! Come dice Padoa-Schioppa: "le tasse sono una cosa bellissima!".

Certo però è un problema. Oggi sono caduto io, e se domani toccasse al Papa? Sarebbero guai seri, non posso permettere che l'Italia sia totalmente libera... Ma sono certo che gli italiani si renderanno conto dell'errore e mi voteranno di nuovo! Firmato: Il Prete del Coniglio nei Monasteri, Romano Prodi