Nonnotizie:Scarpa contro Bush

Jump to navigation Jump to search

15 dicembre 2008

Il pericoloso ordigno, sigillato in una teca anti-proiettile

Dopo il fallito attentato alla vita del presidente Bush, i servizi segreti hanno analizzato accuratamente l'arma dell'attentato giungendo ad una sconcertante conclusione: non solo le armi chimiche sono state trovate, ma erano sotto gli occhi, o meglio, i piedi di tutti: erano le scarpe dei fedelissimi di Saddam Hussein indossate per tutto il regime e mai lavate.

Ora la CIA è alla ricerca delle altre armi di distruzione di massa, anche se non sarà difficile individuarle poiché ovunque si trovino, la gente scappa dal fetore.

Il nuovo presidende Obama, per venire in contro alla popolazione irachena, ha stipulato il "New Shoes", un patto in cui gli USA promettono di non bombardarli più se essi si impegnano a cambiare le proprie scarpe almeno una volta nella vita, evitando così spiacevoli incidenti internazionali.

Ora i servizi segreti avranno un bel da fare per neutralizzare le armi chimiche, in quanto nessuna persona è attualmente in grado di sopravvivere al loro potere distruttivo.

Fonte

  • Tim Bowneesco «Analizzata la scarpa anti-Bush» – Fax News, edizione serale del 15 dicembre 2008