Nonnotizie:Referendum costituzionale del 29 marzo: Ecco come si vota

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search

9 febbraio 2020

Il 29 marzo si andrà a votare sul referendum costituzionale sul taglio di 345 poltrone in Parlamento proposto dal Governo. Ecco qui le istruzioni affinché il voto venga espresso correttamente:

  1. Presentarsi al seggio di riferimento il giorno del referendum muniti di tessera elettorale valida e documento d'identità valido. Se non si riesce a trovare il seggio di riferimento nessuna disperazione: in fondo il seggio è solo un seggiolino più grande!
  2. Una volta accertata l'identità e ottenuta la scheda di voto, ritirarsi nella cabina per esprimere la preferenza. Nel caso vi siano dubbi sul fatto che la matita copiativa sia indelebile, è consigliabile ri-passare la propria preferenza con la fiamma ossidrica.
  3. Consegnare poi la scheda a uno scrutatore che provvederà a modificare la preferenza espressa e a inserirla nell'urna.

Se invece si è cittadini italiani residenti all'estero è possibile (se si ha comunicato in tempo all'ambasciata o al consolato di competenza la volontà di partecipare alle elezioni come votante) votare per corrispondenza. Una volta ricevuto il plico di voto estrarre la scheda, esprimere la preferenza scelta, reinserirla nel plico e consegnarla al Corriere della Sera.

Per le donne con un seno dalla terza in su è possibile assistere alle operazioni di spoglio, una volta concluse quelle di voto.

In ogni caso nessuna illusione, anche dovesse vincere il SI non cambierà un cazzo: le 345 poltrone da tagliare verrebbero in questo caso sostituite con sedili in oro a 24 carati.

Fonti[edit]