Negroni

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia denuclearizzata.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Ritenta, sarai più fortunato. Se ti aspettavi la versione più piccola e puzzolente, vedi Negri.
« Mi sembra un nome sospetto. »
(Gabriele D'Annunzio durante la fascistizzazione.)
« Sono tutto scombinato! »
(Tu al terzo negroni.)

Il negroni è un intruglio rosso con molteplici effetti benefici e alcune trascurabili controindicazioni.

Storia

Fu ideato dall'alchimista Paracelso come aperitivo pre-dinner e variante economica all'Elisir di Lunga Vita. Nel 2015 l'UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) ha presentato uno studio - secondo attendibili fonti sarebbe costato 5 milioni di euro - in cui si propone di ridenominare il cocktail "Persone di colore diversamente magre" e di renderlo analcolico - per non offendere i seguaci di una religione di pace particolarmente devoti - sostituendo i liquori con succhi di ortiche, ravanelli e sedani,

Preparazione

Barile di negroni pronto alla consumazione.

Il negroni viene tradizionalmente servito in un bidone contenente tra la metà e i tre quarti del suo volume in ghiaccio, a seconda di quanto è disonesto il barista. È solitamente decorato con una fettina di arancia che, aggiungendo vitamina C, rende il negroni particolarmente salutare[citazione necessaria] e indicato contro il raffreddore; inoltre, il gusto dell'arancia è utile a nascondere quello nauseante del cocktail. Gli ingredienti della versione classica sono:

Varianti

Nel tempo sono state inventate diverse varianti del negroni. Le principali sono:

  • Negroni sbagliato: versione tradizionalmente omosessuale del cocktail in cui l'alcool viene sostituito con aria fresca.
  • Negroni à la Clerici: si compone sostituendo a tutti gli ingredienti la borra.
  • Negroski: preparato utilizzando la vodka al posto del gin; è un fortissimo emetico ampiamente utilizzato in ambito medico in caso di intossicazione.
  • Negroni sbagliatissimo: vista la difficoltà intrinseca della ricetta, molti baristi preferiscono utilizzare questa variante più semplice; il dosaggio e la preparazione variano in base all'incapacità del barista ma i meno esperti consigliano di utilizzare lo shaker e tritare finemente il ghiaccio. Abbondare col vermouth aiuta a far sì che il cocktail sia del tutto imbevibile.