Muratore

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia in libertà vigilata.
Jump to navigation Jump to search
Esemplare di muratore che ci tiene a fare buona figura, infatti si è depilato.

I muratori sono creature da soma che si nutrono di voucher e di soldi contanti. La loro specie è composta unicamente da esemplari maschi, pelosi, con carnagione dalle tipiche sfumature rosso, rosso-pompeiano, rosso-mattone e caratterizzati dalla peculiare pancia a forma di betoniera.

L'habitat

I muratori sono animali estroversi che amano raggrupparsi nei cantieri, rifugi che essi fortificano con alte barricate per sfuggire ai loro predatori naturali, tra i quali ci sono esseri letali come gli ispettori di sicurezza sul lavoro, la guardia di finanza, ma anche i vecchi (probabilmente zombie) che passano l'intera giornata davanti ai cantieri senza far nulla e senza andare via.

Linguaggio tecnico del cantiere

Le creature che popolano il cantiere comunicano tra loro con il linguaggio del cantiere, che in Italia corrisponde a un misto di rumeno e ucraino, mescolato con albanese e arabo ricorretto con i dialetti calabresi più oscuri. Nel caso in cui il tema della conversazione richieda un vocabolario più professionale i muratori ricorrono al linguaggio universale del rutto.

La biologia

Il muratore è un vertebrato diurno avvezzo a un ritmo vitale ben preciso. Si attiva alle 6:50 del mattino a costo di svegliare gli umani a colpi di martello pneumatico. La frenesia muratoria si arresta bruscamente allo scoccare delle ore 12:00, quando il muratore entra in una sorta di catalessi caratterizzata dall'istantanea caduta a terra di qualunque attrezzatura tenga in mano. Ad esempio, nel caso in cui il muratore stia guidando un escavatore, alle 12:00 si getterà fuori dall'abitacolo correndo verso il portavivande: non sia mai che lavori per 2-3 secondi fuori dall'orario retribuito e poco importa che la macchina continui la sua marcia schiantandosi contro l'abitazione della signora Maria, casalinga di Voghera.

Esempio di opera realizzata da muratori senza la supervisione di un adulto.

Interazione con l'essere umano

Il muratore è caratterizzato da un atteggiamento conflittuale e tipicamente testardo verso gli uomini: quando viene chiesto a un muratore di fare un dato lavoro e di farlo in un certo modo, egli farà tutt'altra cosa e la farà di certo male. Inoltre pretenderà di essere pagato il triplo, perché sì.

« Capo capo, tu avere chieduto me rifare piastrelli di bagno, io avere fatto io fare tutto, avere murato anche tazza di cesso doppia così tu cacare insieme a Signora Maria, casalinga di Voghera e tua mogliera; a me simpatica tua mogliera e io simpatico lei: quando capo fuori di casa Signora Maria mi chiede di collaudare vasca idromassaggio per cose sporcaccione; tu capo capire che io avere fatto fatica extra, dare a me soldo triplo ora. »
(Un muratore medio)

Ma a volte è l'essere umano a compiere errori nell'approcciarsi al muratore, comunicandogli che non intende pagarlo a "opera compiuta", bensì a ore di lavoro effettivamente svolte. Così facendo il muratore tende a pietrificarsi in una posa apparentemente statica. Qualcuno ritiene che si tratti di un meccanismo difensivo per sfuggire ai tirannosauri; tuttavia i naturalisti, con l'ausilio di una telecamera accelerata, hanno appurato che il muratore effettivamente continua a muoversi per completare il lavoro, anche se il suo movimento non è percepibile a occhio nudo. Un muratore pagato "a ora" può impiegare fino a tre anni per posare la prima pietra.

Comunque secondo Altroconsumo solo una piccola parte dei muratori lavorano a cazzo di cane: la gran parte lavora infatti a cazzo di mulo, l'animale a essi più affine.

Da molti secoli gli ingegneri tentano di comunicare coi muratori e di addestrarli all'uso della lingua italiana, senza successo. Del resto anche i muratori cercando di insegnare agli ingegneri come si maneggia l'attrezzo, non ottenendo risultati migliori. Le due specie appaiono antropologicamente incompatibili tra loro.

Struttura sociale

I muratori sono organizzati in aziende edili, ovvero in branchi assetati di sangue e caratterizzati da un numero di individui che nel corso evolutivo della specie è diventato sempre più piccolo. Ciò potrebbe apparire come una contraddizione, dato che la forza dovrebbe essere nel numero. Tuttavia, tenendo conto delle leggi vigenti in Italia, tutto acquista senso darwiniano: le grandi aziende devono ottemperare alle leggi sul lavoro, di igiene e di sicurezza, nonché pagare tutte le tasse, perché esse sono troppo ciccione per sfuggire al lungo braccio dello stato. Per questo le grandi aziende edili si trovano sull'orlo dell'estinzione; invece la micro-impresa può sgattaiolare tra le maglie del sistema con l'agilità di un pidocchio. Nei cantieri sono così frequenti aziende composte da 2, da 1 o anche da mezzo muratore; può capitare che il cantiere per una grande infrastruttura sia appaltato a una ditta composta da un solo braccio di muratore (che ultimerà la grande opera in 320 anni, sempre se non entra in mutua). L'altro braccio (con partita iva autonoma) può essere distaccato con profitto in un altro cantiere in subappalto, mentre dalla cintola in giù il muratore può impegnarsi per mantenere i rapporti con la clientela, come la Signora Maria, casalinga di Voghera.

Lo stile di vita

I muratori trascorrono molte ore selezionando materiali e forniture edili, assicurandosi di scegliere con cura quelli di qualità peggiore, così che venga portato un lieve beneficio al proprio portafoglio e un danno ingente al benessere di qualcun'altro.

Tra i muratori il cemento, la malta e l'acciaio sono considerati materiali preziosi, tanto è vero che cercano di sprecarne il meno possibile nelle costruzioni, a volte nemmeno li mettono.

Più banalmente il muratore è colui che impila i mattoni, anche se non sa giocare a tetris.

La riproduzione

Resta un mistero la loro capacità di riprodursi, non esistendo esemplari femmina di muratore. Tuttavia secondo Alberto Angela, laureato in rituali di accoppiamento animali, il loro petto villoso attrae le casalinghe di Voghera oltre che le mogli (non necessariamente le proprie), soprattutto durante la stagione degli amori e dei saldi.

Rischio di estinzione e tutela

Stele di geroglifici apposta dai muratori all'esterno di ogni cantiere, il significato dei quali gli rimane oscuro. In fondo sono muratori mica cripto-analisti.
C'è chi crede che la fuori esistano muratori che lavorano bene, con diligenza e onestà, insomma da dio, ma si tratterebbe di leggende pagane.

Con l'aumentare delle morti bianche il governo ha emanato leggi in cui sono esposte le procedure di sicurezza per fare in modo che i muratori non si ammazzino in maniera veramente stupida. Ma dato che i muratori non sanno leggere hanno continuato ad ammazzarsi in modi stupidi. Allora il governo ha scritto una nuova legge in cui obbliga i muratori ad imparare a leggere, ma non sapendo leggere non l'hanno letta e continuano ad ammazzarsi più di prima. Quindi il governo ha emanato un'ultima legge in cui obbliga i geometri, gli architetti e gli ingegneri a leggere le leggi per poi spiegarle a voce ai muratori, cosa che avrebbe un senso se solo quest'ultimi capissero l'italiano.

Tra le misure di sicurezza obbligatorie per legge e quindi totalmente ignorate troviamo:

  • Staccare la corrente elettrica prima di tranciare i cavi della corrente elettrica (ma nella pratica non viene fatto perché il muratore demolisce i muri, mica è un elettricista)
  • Lavarsi le mani impastate di calce prima di infilarsele in bocca (ma non viene fatto perché il sapone costa più della saliva)
  • Indossare l'elmetto prima di tuffarsi di testa oltre il ponteggio (ma non viene indossato perché l'elmetto giallo è roba da froci)
  • Lavorare sul tetto con l'imbracatura anticaduta (un'imbracatura costa, la cassa da morto costa di meno, quindi il muratore sceglie la seconda. So soldi)

Muratori famosi