Gotham City

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search

Gotham City (per gli amici solo Gotham) è l'unica città che nessun agente immobiliare consiglia.

Posizione geografica[edit]

Nessuno sa veramente dove si trovi Gotham City, ma l'ipotesi più accreditata è da qualche parte sulla costa est degli Stati Uniti. Questo perché il clima di emmental e i palazzoni che conferiscono alla città un retrogusto di asfalto e cemento indirizzano il pensiero verso New York.

Il clima a Gotham opera in favore dei suoi abitanti.

Molti dei Ricercatori Oral-B hanno provato a rintracciare la città, ma l'unico segnale GPS accettato in questa amena località è voi siete qui.

Parte integrante della città era Blüdhaven, la metà continentale di Gotham e sede di Nightwing. Blüdhaven, seguendo l'esempio di Dick, ha ottenuto l'indipendenza da Gotham. Un po' come la Padania, con la differenza che i blüdhaveniani sono riusciti nel loro intento. Non si sa perché, pur essendo in America, Blüdhaven porti un nome tedesco.

Storia[edit]

La fondazione[edit]

Gotham viene fondata durante un'invasione vichinga vicino alla baia di New York. Questo evento segnerà profondamente la storia della città. La permanenza dei vichinghi e delle loro discutibili danze fu la rovina definitiva per l'isola su cui sorge Gotham, dato che i loro stivaloni in pelle e ferro decorato con borchione di piombo sgretolarono il terreno argilloso, facendo nascere la città sulla terra viva.

Il primo sindaco di Gotham.

Primi tempi[edit]

Dopo la partenza dei vichinghi, che si erano accorti che non c'era più nulla da distruggere, Gotham finì in mano a un mago completamente fuori di testa, che dopo aver ucciso una marea di gente in onore di un dio che esiste solo nella sua testa, venne sepolto vivo per aver fatto annusare al santone del villaggio un calzino sporco. Il mago di Oz giurò vendetta e maledisse l'isola di Gotham (tanto per cambiare sinfonia).
Dopo qualche anno, arrivò invece uno sciamano guaritore fissato con il sangue e i delitti perfetti. Dopo aver sterminato la sua tribù in onore di Manitù procurandosi un alibi ante litteram a prova di bomba, lo sciamano venne arrestato per vendita in nero di souvenir come copricapi Sioux con la scritta "Having fun in Grandi Praterie" o magneti a forma di bisonte.

I coloni[edit]

Citando la storia di Gotham non si può certo tralasciare il periodo della colonizzazione. Una miriade di ladri, fuorilegge (compreso Robin Hood, antenato dell'altro Robin), briganti e assassini (tra cui Jack lo Squirtatore) migrò sull'isola di Gotham per sfuggire ai gendarmi europei e ai rigidi controlli di Manhattan. Da questa gentaglia discende gran parte della criminalità di Gotham City.
Inutile dire che i coloni olandesi diedero vita all'andazzo libertino tipico dei locali gothamiti attuali.

Il terremoto[edit]

In un'epoca in cui i calendari non esistevano ancora perché non c'erano santi, Gotham venne distrutta da un terribile terremoto di magnitudo imprecisato. Recenti studi dei Ricercatori Infasil hanno rivelato che le capanne di argilla e paglia non sarebbero state in grado di reggere nemmeno il passaggio di un tagliaerba.
Dopo il terremoto, l'isola di Gotham si staccò del tutto dal continente, facilitando i traffici illeciti e i dazi illegali.

L'avvento della mafia[edit]

Come in ogni città americana composta da etnie e lingue miste, non può non autocrearsi l'immancabile mafia.
La prima a nascere fu quella italiana (ovviamente), grazie alla guida del clan Falcone e degli altri sfigati che hanno mutilato Harvey Dent. Oltre allo spaccio di droga nelle pizzerie e la prostituzione nei locali di Nonna Pina, la mafia italiana si occupò di molti altri aspetti volti al degrado ulteriore di Gotham, come il cattolicesimo e il dialetto palermitano.

Venne poi il turno della mafia cinese, composta da strozzini che mangiano gatti al forno e boss ciccioni che scommettono sui galli perché non hanno un cazzo da fare. Oltre a puzzare mezza Gotham, i cinesi contribuirono alla duplicazione di oggetti nostrani e all'estinzione della lettera R.

« Io essele povelo immiglato clandestino. Voi no potele mandale me in Cina. Cinesi volele mia molte »
(Mafioso cinese che implora pietà)

Ultima ma non per importanza, la mafia russa. Un branco barbarico di cosacchi che attraversarono l'Alaska giunse a Gotham giusto in tempo per scontrarsi con gli italiani. Tempo un mese e già commerciavano con i nostri compaesani vendendo merce originale recuperata durante una razzia sulla Via della Seta[1].

Abitanti[edit]

Fauna[edit]

Gotham vanta un ambiente animale davvero variegato.

  • Batman: Bruce Wayne è uno dei tanti fottuti bastardi figli di puttana che hanno miliardi e si divertono a farsi il bidet con lo champagne. È anche l'unico di questi fottuti ecc. ecc. che, munendosi di costume stritola-palle, Batcaverna e Papamobile, di notte combatte il crimine a colpi di panza di Adam West al posto che dormire. È anche l'unico uomo al mondo capace di provocare orgasmi multipli nelle donne solo guardandole.
  • Catwoman: Selina è la più audace, sensuale e crudele donna gatto della città. Non ce ne sono altre. Catwoman si sposerà Batman, probabilmente avranno una figlia e moriranno durante una sparatoria (per una volta che sono in identità civile). Ecco, ora che te l'ho detto puoi risparmiarti l'acquisto di mille graphic novel.
  • Batgirl: alias Barbara Gordon, Batgirl è la figlia di Jim Gordon e la migliore amica di Batman. Batgirl ha compassione dei suoi nemici, sempre. Ecco perché Batman non ammazza più i delinquenti, oltre al fatto che Barbara e Robin sono potenziali testimoni incriminanti.
  • Killer Croc: alligatore imbottito di steroidi e con un registratore in gola che emette voce, Croc nasce nelle fogne di New York nel lontano millenovecentordici. Ora abita a Gotham in Via dai Coglioni, dove intrattiene il vicinato smembrando le varie fidanzate di Batman.
  • Pinguino: aka Oswald Cobblepot, Pinguino si distingue per il suo vestito da cameriere. E, ovviamente, per il monocolo che non serve a una beneamata mazza. Pinguino vive nel reparto surgelati della Conad di Gotham, accanto ai Mattarella Mottarelli e ai Cornetti Algida, proteggendoli dalle intemperie con il suo incredibile ombrello.
Il viale di casa Cobblepot.

Flora[edit]

  • Poison Ivy: Ivy è fuori come un balcone.

Altri criminali[edit]

  • Joker: da clown fallito e depresso, Joker diventa un criminale imprevedibile per una giornata storta. Sembra incredibile, ma per provare questa teoria paralizza e stupra Barbara Gordon, per far vedere le foto di lei al padre Jim, che regge la vista della figlia agonizzante e in fin di vita, ma non la vista di una donna nuda.
  • Harley Quinn: è la fidanzata di Joker, forse più fuori di testa di lui. Il suo vero nome è Harleen Quinzel, era una psichiatra ad Arkham prima di cadere vittima dell'irresistibile fascino del Joker[citazione necessaria].
  • Bane: asmatico drogato e perennemente incazzato con qualcuno. Se quello sta per morire, io sono Babbo Natale.
  • Enigmista: promoter della Settimana Enigmistica, Nigma parla con se stesso allo specchio. Tutto normale, peccato che se uno parla allo specchio dice che il vestito che ha su non va bene. L'Enigmista parla di dilemmi esistenziali con se stesso allo specchio.
  • Due Facce: prima era Harvey Dent, procuratore amico di Gordon e Batman che non ci pensa due volte a togliere un corrotto di mezzo. Viene mutilato da un mafioso durante un processo, perché si sa, in tribunale è consentito ai criminali di portarsi un flacone di acido. Diventa così Due Facce, malavitoso fissato con il dualismo e la numismatica.
    C'è chi sostiene che invece Harvey si sia mutilato nel tentativo di togliers d sol u dent co un tenagli.
  • Hush: ex amico di Bruce, Hush diventa un criminale perché gliel'ha detto uno gnomo in calzamaglia citando versi di Shakespeare.
  • Mr. Freeze: grande scienziato in vena di scherzi e freddure, Victor Fries diventa Freeze durante un tentativo di togliere una Coppa del Nonno dal congelatore. Grazie alla sua tuta antigelo...no no no...criogenica, Freeze può comodamente guardare una partita della Champions League in piena estate allo stadio senza bisogno di portarsi il costume.
  • Spaventapasseri: questo ragazzo non è cattivo, ha solo la fissa che sia sempre Halloween. Per questo va in giro a scoreggiare gas e incutere timore nei suoi nemici.
  • Azrael: è convinto di essere il fedele servitore dello spirito di San Dumas. Non c'è bisogno di aggiungere altro.
  • Victor Zsasz: nessuno sa come si scriva veramente il suo nome. È un malvagio sicario pelato che non vede l'ora di uccidere in cambio di 5 euro per comprarsi un panino alla senape. Non solo, visto che è analfabeta e non sa cos'è una penna, Victor si procura tagli da autolesionista sul braccio per ogni persona che ha ucciso.
  • Cappellaio Matto: arrivato a Gotham durante uno sbalzo dimensionale dal Paese delle Meraviglie, Cappellaio è un patito del tè delle cinque, oltre che dei cappelli d'epoca. In continua ricerca di qualcosa che non ha, come passatempo rompe i coglioni a Batman.
  • Ra's al Ghul: occasionale visitatore di Gotham, Ra's non è il tipo che scherza. È un vecchio testardo che gira armato di katana e possiede una vasca da bagno che può donare l'immortalità a chiunque; lui la usa per curarsi le emorroidi.
    Ra's è il nonno del figlio di Batman, Damian Wayne. Ci credo che il bambino è nato con molti problemi e ha un implacabile istinto omicida. Bruce l'ha avuto da Talia, rampolla di Ra's, il quale l'ha presa molto male quando ha scoperto che la sua principessina ninja ha scopato con il suo peggior nemico.

Gente per bene (si fa per dire)[edit]

Questa categoria si conta su una mano.

  • James Gordon: Jim è il capo supremo e universale dei Commissari della Via Lattea. Armato della sua incredibile forza di volontà[2] combatte il marcio di Gotham, una battaglia persa ancora prima di cominciarla. Jim lascia che i criminali vengano eliminati da Batman, così lui non deve compilare mille moduli. Gordon ha una figlia, Barbara, che diventa Batgirl quando ottiene il permesso di papà per dormire fuori.
Barbara : Quote rosso1.png Papi stasera non so se torno qua per dormire... Quote rosso2.png
Jim : Quote rosso1.png Ok, però non stare fuori, ci sono 4 gradi. Quote rosso2.png
Barbara : Quote rosso1.png Non preoccuparti papà, nel letto di Bruce non avrò freddo! Quote rosso2.png

  • Robin: segretario di Batman, lo aiuta a combattere il crimine, ad arrestare i cattivi e a prenotare gli appuntamenti dal dentista. Fondamentalmente, lo scopo di vita di Robin è stare sul tetto al freddo per avvertire Batman quando si accende il Batsegnale[3]. Dick Grayson è il primo Robin, seguito da Jason, Tim, Damian e altri. Diventare Robin implica essere un'eccellente spia come minimo, se non addirittura un hacker o un acrobata.
Il ruolo di Robin è estremamente ambito. Qua tre giovani si contendono il posto a un bando istituito da Batman (vince chi rifila più colpi nelle palle).
  • Alfred: il colpevole è il maggiordomo. Anche qui, la colpa di Alfred è aver aiutato Bruce nella sua folle guerra contro il crimine. È il maggiordomo tuttofare da combattimento di Villa Wayne, colui che rimbocca le coperte a Batman, che gli prepara la cena, gli stura il cesso e gli lucida i cerchioni.
  • Lucius Fox: Luciano Volpe è l'amico di colore di Batman. È lo scienziato di fiducia di Bruce, a cui si rivolge quando gli serve una bomba atomica nuova o una lezione di yoga. Lucius è un patito di Star Wars. Perché? Perché sì!

Cittadini di Gotham[edit]

A Gotham ci sono anche i cittadini qualunque, una forma di vita leggendaria che, per gli scarsi avvistamenti, pare sia stata inventata da Tolkien nel '37 durante una visione mistica di Malgioglio (lui c'era già negli anni Trenta perché lui va oltre il tempo e lo spazio), e il cui unico scopo pare incrementare il milione di abitanti a cui si riferisce il sindaco durante i suoi discorsi degni di una cartuccia del toner.
I cittadini di Gotham sono gli esseri più stupidi sulla faccia della Terra, perché anche dopo un'ecatombe ninja di Ra's al Ghul abitano ancora nella fottutissima e adorabile Gotham. Sono anche i destinatari degli appelli di isolamento e attenzione da parte della GCPD e coloro che vengono salvati da Batman.
Il cittadino qualunque medio ha famiglia, è in salute e pure benestante; cosa lo trattenga a Gotham, a parte l'attico con piscina, è tutt'ora un mistero.

Impiegati della Wayne Enterprises[edit]

Questa categoria pare inesistente, eppure sono la forza lavoro che permette a Batman di fabbricarsi i pezzi di ricambio della Batmobile.
Non ci è dato sapere cosa trattenga a Gotham gli impiegati della Wayne Enterprises, dato che lavorano per un multimiliardario che potrebbe campare di rendita.

Il Cavaliere Oscuro[edit]

Il sindaco[edit]

Gotham è una città libera come Mulinoundpapaverankrukken, dove droga e prostituzione sono ben accetti. Per questo essere sindaco implica due possibilità:

  • il sindaco di Gotham deve essere un uomo di mezza età e dentro alla mafia fino al collo; per questo taglierà in tutti i modi possibili i fondi destinati alla polizia. Per essere un degno sindaco, deve possedere 5 bordelli, 4 night club, 7 birrerie la cui attività prevalente è il rapimento di qualcuno sorteggiato a caso e 2 centri massaggi che nascondono una sede di sicari.
  • il primo cittadino di Gotham deve essere completamente cieco e sordomuto, per non accorgersi della criminalità dilagante.

Per chi non sa leggere, questo è il riassunto: il sindaco è un delinquente fatto e finito.

Prototipo del sindaco di Gotham.

Sembra poi che il municipio contenga solo il sindaco, il suo ufficio e la sua doccia idromassaggio. Non ci sono stati avvistamenti di giunta comunale né di assessori in tutta la storia, né i cittadini sembrano intenzionati a eleggerli.

GCPD[edit]

Potrebbe sembrare il nome di una droga pesante o di un partito politico italiano, ma è la polizia di Gotham (Gotham City Perdenti Dignità).
Le forze di polizia gothamite sono pressoché inesistenti, tranne un breve periodo che segue l'ingresso di James Gordon e che precede l'arrivo di Batman, in cui si lavorò per 20 ore al giorno per mostrare ai criminali che la polizia li tiene d'occhio. Nonostante ciò i malavitosi continuarono a fare i cazzi loro.
L'occupazione principale della polizia era fare ronda notturna a -20 gradi e prenderle di santa ragione dai gangster. Ora è mangiare ciambelle e intascare lo stipendio, oltre ad alzarsi dalla sedia e accendere il Batsegnale.

Il passatempo preferito di Jim.

L'arrivo di Gordon[edit]

Dopo l'arrivo di Gordon, nessuno osava intascare mazzette o portarsi le ragazze in ufficio, perché sennò vedevano[4]. Per sennò vedete ci si aspetterebbe che Gordon faccia a pugni in onore dell'integrità morale, invece Jim si limita a denunciarli e mettergli le manette, giusto per risultare più onesto e ricalcare il bersaglio che ha sulla schiena da quando ha arrestato Carmine Falcone. Nonostante tutte le complicazioni giuridiche, i nove decimi degli sbirri continuò a fare di testa propria di nascosto. Il restante decimo era composto da tre persone: Jim, il suo aiutante Bullock e il capitano (donna) che lo segue come una gallina e ammira le sue prodezze per mezz'ora prima di correre in suo aiuto.

Arkham Asylum[edit]

Arkham è il perfetto punto di ritrovo di ogni psicopatico, maniaco e sadico della città. Oltre a essere una sorta di parco giochi per malati di mente, è anche una prigione dove le guardie se ne fregano se Joker accoltella il suo compagno di cella con una limetta per le unghie.

La struttura[edit]

Non proprio il massimo come resort, l'edificio conta una reception dove vengono classificati i matti di turno e da cui vengono spediti nella loro suite nuziale, costituita da barre di ferro, un buco con la funzione di cesso e un tavolo in legno che sarebbe il letto senza materasso. In regalo, un pigiama tutto nuovo e con colori vivaci[citazione necessaria].
Quando hanno voglia di integrarsi nell'ecosistema del manicomio, gli ospiti possono andare a divertirsi in un'area ricreativa a forma di gabbia, dove tutti possono fare quello che vogliono, compresi omicidi e risse. L'importante è che, alla fine dell'ora, si siano liberati dei posti letto.
Nonostante i 300 anni della galera del villaggio vacanze, Arkham è in ottima forma ed è pronta ad accogliere ogni giorno circa 30 personaggi fuori di testa. Un po' come il mio condominio, con la differenza che da me i matti non sono mantenuti dallo Stato.

Cure mediche[edit]

In prigione hotel, i pazienti subiscono torture vengono sottoposti a sofisticate cure psichiatriche dermatologicamente testate. Ecco le principali:

  • Elettroshock: i matti vengono sottoposti a un sano trattamento utile anche come anti-rughe, per cui il loro cervello viene colpito da una serie di scariche elettriche di prima scelta, dritte dalla centrale elettrica di Gotham. Molti dei pazienti non hanno avuto ripercussioni gravi, ma anziché guarire sono diventati Testimoni di Geova che alle 5 del mattino buttano giù dal letto la gente normale per consegnare recensioni che promuovono Arkham.
  • Lavaggio del cervello: questa tecnica viene usata da chi ha pazienza e ha bisogno di uno schiavetto che gli prepari la colazione. Dopo numerose sedute spiritiche psichiatriche, si deve posizionare l'encefalo del paziente in una lavatrice durante la centrifuga. È garantito che i neuroni maligni verranno spazzati via, ma come effetto collaterale spariranno anche i pochi buoni.
  • Latrati di Cristina Aguilera: se nessuno dei rimedi precedenti ha funzionato, rimane solo questo miracoloso[citazione necessaria] antidoto per la pazzia. Consiste nel far indossare delle cuffie con volume 100 Dolby Surround al malato di mente. Adatto per gli stupratori, che d'ora in poi staranno alla larga dal genere femminile.

Pazienti[edit]

Tipico detenuto di Arkham quando ha fame.

Arkham vanta una vasta gamma di problematici assortiti.

Sociopatici[edit]

Ad Arkham la categoria dominante è quella dei sociopatici. Sono detenuti che, oltre alle tare contenute nel loro codice genetico, presentano problemi ad interagire con le altre persone, parendo disadattati e schiavisti[5]. È tutta gente senza speranza e che non sarà soddisfatta nemmeno quando dominerà il mondo. Ora come ora, in questo carcere possono dominare solo la loro brandina. Oltretutto, i sociopatici nutrono folli piani di evasione, che quando diventano realtà (solitamente per mano del Joker) si trasformano in seri problemi per la città, oltre a un notevole contributo nell'evoluzione di Gotham da città buia e gotica a una specie di 1997: fuga da New York.

Masochisti[edit]

I masochisti sono la vera forza di Arkham. Di numero forse superiore rispetto ai sociopatici[6], i membri di codesta categoria sono la vita attiva del manicomio. Sono i giocattoli dei sociopatici e coloro che si prestano ad azioni che possono costargli la pena di morte, come i balli di gruppo. I masochisti sono contenti di avere qualcuno superiore a loro e che gli impartisca ordini, anche faticosi. Più i masochisti stanno male, meglio si sente la loro mente. Sono veramente malati, non c'è che dire.

- Sociopatico: “Devi travestirti da Capitan Boomerang, poi bere due litri di benzina e metterti lo smalto rosa fucsia glitterato, in modo che le guardie ti iniettino del veleno e si distraggano dalla mia evasione.”
- Masochista: “Solo questo?”
- Sociopatico: “Per ora sì, poi si vedrà.”

Tesori della mamma[edit]

Questi bambocci hanno bisogno ancora di qualcuno che gli cambi il pannolone. Spesso si trovano ad Arkham per l'omicidio involontario del padre, di un fratello o di una sorella, avvenuto come conseguenza del fatto che per loro colpire il collo di qualcuno con una mazza da baseball è un divertente gioco infantile. Sono i cocchi della mamma perché, per i loro evidenti problemi, fanno scattare la Sindrome della crocerossina nella mammina.

« Voglio la mamma!! »
« Gno gno! Volere biberon! »
(Dialogo tra due tesori della mamma)

Non è raro che i tesori della mamma credano che i Puffi esistano. Gli esemplari meno retrogradi pensano invece che sia Sailor Moon ad esistere.

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Sembra incredibile, ma il Corpo delle Lanterne Verdi (risata) deve chiedere il permesso a Batman per entrare a Gotham, perché lui non vuole nessuno che gli fotta il posto da vigilante mascherato.
  • In italiano, Gotham significa "avuto prosciutto".

Voci correlate[edit]

Note[edit]

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ numero civico 15
  2. ^ e con una Calibro 45 nella fondina
  3. ^ adesso capisco il senso della canzone Nessuno vuole essere Robin
  4. ^ parola di Big Jim Gordon Ramsay
  5. ^ almeno secondo il parere di strizzacervelli del calibro di Harleen Quinzel
  6. ^ non si sa, i registri a Gotham sono un minestrone che raccoglie tutto e niente