Fiat Panda

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera su cauzione.
Un automobilista che sfreccia sulla sua Fiat Panda.
« L'avevo messa la freccia, ma quando c'è caldo non funzionano. »
(Incolpevole possessore di una Panda dopo aver causato un incidente)
« Ma quanti pezzi perde in giro per i colli bolognesi... »
(Gem Boy sulla Fiat Panda v.50cc)
« Mi è rimasto in mano lo specchietto, sento un rumore tipo scoreggio, perdo la marmitta e anche il poggiatesta cazzo, questa Panda è fatta di cartapesta! La cinghia che slitta la gente si scansa, pensan che passi un’ambulanza. »
(Sempre i Gem Boy sulla Panda)
« Toglietemi tutto, ma non la mia Fiat Panda. »
(Mr. Breil sulla Fiat Panda)
« Per rimettere a nuovo la Fiat serve un progetto rivoluzionario: ECCO A VOI LA NUOVA PANDA! »
(Lapo Elkann dopo una sniffata di coca)
« Eppur si muove!! »
(Galileo Galilei sulla Fiat Panda)
« La donna è come la Fiat Panda: se non ci fosse bisognerebbe inventarla, però potevano farla meglio. »
(Chiunque sulla Fiat Panda)
« Trovare una che in Panda la dà, si diventa scemi. »
(Tutti sulla Panda)
« Guidando mi è rimasto in mano il manubrio della mia Panda »
(Metal Carter su Panda)


La Fiat Panda, o propriamente detto Il Pandino, è un mezzo di locomozione che si basa sul lavoro degli africani. Infatti, come gli abili statunitensi, gli ingegneri FIAT hanno capito che l'export africano è poco caro ma frutta bene.

Storia[edit]

I primi progetti della Fiat Panda, con il famoso Pandino.

Gli albori risalgono a 4,7 miliardi di anni fa, quando abili geometri laureati in economia e commercio, in assenza della ruota, ovviarono a progetti più concreti. Questi progetti sono stati ritrovati, e li potete vedere qui a fianco, in esclusiva per Nonciclopedia.

Inizialmente, la Fiat Panda aveva queste caratteristiche:

  • 1 panda di potenza;
  • 0 porte, si entra dai finestrini come il Generale Lee;
  • 4 zampe;
  • Solo coupé e con colori bianco-nero o nero-bianco a scelta, se no compreso nel prezzo, ma a pagamento, c'è un pennello Cinghiale, così te la vernici di che colore vuoi;
  • Aria condizionata, interni foderati in pelo.
  • Motore 3 cilindri e mezzo, a carbonella.
  • Abitacolo a lamiera viva.

Furono anni d'oro per la Panda, milioni di vendite in tutto il globo e persino Silvio Berlusconi ne acquistò una per svolgere le commissioni quotidiane e per andare dal commercialista al mercoledì.

La Panda dell'800, da qua nasce l'arte di truccare le auto, sopratutto con i keygen.

Più recentemente, intorno all'anno 800, abili ingegneri esperti nel Codice da Vinci digitalizzano la Panda salvandola su CD e in duplice copia su di un server pubblico di Internet. Sono gli anni di crisi della Fiat: crisi dovuta al fatto che il mercato giapponese procede a gonfie vele e le sue vendite surclassano quelle dell'auto italiana (quasi incredibilmente, considerando la praticità della Panda), sfiorando addirittura i livelli raggiunti dalla prima commercializzazione della Panda.

È questo il periodo in cui saltano numerose teste nella casa torinese tra le quali si ricordano quelle dei progettisti di lamiere francesi Robespierre e Danton. Tuttavia c'è da dar merito alla Panda '800 di aver portato tra gli uomini la passione della modifica della propria vettura. Il primo pezzo artigianale si chiamava "Keys and serials for Panda"; sfortunatamente l'autore di questo manufatto, con abili tecniche è rimasto anonimo fino a oggi.

Ai giorni nostri, la Panda ha introdotto la ruota e l'utilizzo degli africani, come prevedono le norme CEI ed è assolutamente l'auto più inutile del globo, nonostante abbia superato i 3029 Km/s di velocità e risulta al momento essere il mezzo di locomozione a schiavi più veloce del mondo. Come si può vedere nella prima immagine della pagina, in cui viene raffigurato il modello Deluxe, lo sterzo è un joystick per Amiga, mentre il piedistallo che si può vedere a fianco della ruota posteriore è in realtà un'invenzione di Homer Simpson, che come in molti ricordano, inventò questo utilissimo strumento dopo essere caduto dondolandosi con la sua personalissima Fiat Panda. Alla presentazione, il signor Simpson intervistato, ha dichiarato: "Provate ora a cadere all'indietro! Dehihihiohohuhuu".

Futuro[edit]

Il futuro è forse questo? Intanto qui si vede benissimo il differenziale.

Il futuro ai più è ancora sconosciuto, ma si prevede che la futura Panda assomiglierà più o meno a un'astronave, che si potrà muovere su strada sfruttando un nuovo propellente, Giampiero Galeazzi. Gli studiosi si chiedono ancora come adattarlo e i problemi sono molti. In primo luogo il giampierus occupa un volume doppio e ha una massa superiore alla suddetta vettura, inoltre adottando questo combustibile la panda diventerebbe incontrollabile e conducibile solo con patente b+e(per vetture con rimorchio).

Voci correlate[edit]