Don Vito Corleone

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libertina.
Mafiaaa.jpg
Questo articolo tratta di cose e/o persone che non hanno nulla a che fare con la mafia (che non esiste),
quindi in caso notiate qualcuno in giro mentre chiede il pizzo facendosi chiamare Don, tranquilli, è tutto normale.

L'ho detto, l'ho detto, adesso mi puoi togliere quella pistola dal collo ché se no mi lasci il segno?

   Ti rifiuti di leggere? Ti costringiamo noi!?
« È un eroe! »
(Marcello Dell'Utri su Don Vito Corleone)
« Era un grandissimo stalliere, amava così tanto i cavalli da mettere le loro teste nei letti degli amici al posto dei peluches, che tenero! »
(Silvio Berlusconi parla del suo amico d'infanzia)
« Gli farò un'offerta che non potrà rrrifiutare »
(Vito Corleone su chiunque)
« Non lo conosco, mai visto »
(Politico onesto durante un interrogatorio della polizia)
« Vito Corleone è morto! Ah, no aspè, è ancora vivo... »
(Nietzsche mentre si guarda Il Padrino)


Don Vito Corleone (pronuncia: Vicho Colli'one), noto anche con il nome di Don Svitol Corleone per la sua capacità di "ungere gli ingranaggi del sistema", è un noto filantropo italo-americano, nato a Corleone l'11 settembre 1899 e morto serenamente il 12 dicembre 1969, dopo una vita dedicata all'aiuto del prossimo.

Don Vito nel '29 mentre consulta un collaboratore di Chicago


Vita e opere[edit]

Gli farò un'offerta che non può rifiutare

Vissuto a Brooklyn e amico dell'omonimo fabbricante di chewing gum, nella sua vita Don Vito s'occupò di creare tanti posti di lavoro in ambiti come il conio, l'elevazione morale di povere ragazze sventurate, la protezione dei piccoli commercianti in cambio d' un piccolo compenso e l'incremento dei posti di necroforo al cimitero di New York, fornendo nuovo lavoro. Ebbe contatti col mondo politico e anche in quest'ambito fu preso molto in considerazione. Nota la sua fabbrica di piloni in grissini per grattacieli, il cui periodo di massima espansione corrispose a quello della scomparsa nel nulla di buona parte della sua concorrenza. Dorme in pace nel cimitero monumentale di Brooklyn, in un'enorme tomba d'oro protetta da quattro picciotti che si danno il turno ogni otto ore.

Insinuazioni[edit]

Qualche comunista malizioso e invidioso ha osato attaccarlo insinuando che curiosone! Pecchè ti mettisti a leggere? Non ti dovesti impicciare! Toh beccati chistu!

I suoi migliori amici

Curiosità[edit]

  • Fu amico intimo di Andreotti e Sindona.
  • Fondò il network radiotelevisivo CBS.
  • Ha un rapporto di parentela con Silvio Berlusconi (chissà quale).
  • È stato soprannominato "Il Padrino" per la sua forte religiosità, infatti tutti facevano a botte per averlo come padrino dei loro figli.

Voci correlate[edit]

Romagiallorosso.png
Romagiallorosso.png
Roma ladrona! E altri ladroni...

Angelino - Alì Babbà - Banda Bassotti - Barabba - Berlusconi - Bettino Craxi - Diabolik - Juventus - Lupin - McLadren Mercedes - Moggio - Monsignor Vito - Nobili benefattori - Robin Hood - Roma Ladrona - Banda della Uno bianca

'O Sud, o com c'chiam'n allu nord, 'a Terronia

« Se nelle regioni meridionali non ci fosse la criminalità organizzata, come mafia, 'ndrangheta e camorra, probabilmente la disoccupazione sarebbe molto più alta. » (Faber)

Li paesììn: AvellìneBàreBenevientoBrinnisiCaltanissettaCasul di PrincipCasertaCataniaCatantzaruChijtëCusenzaU Fogg'FrusenoneLachil'LecceMatàërëMissìnaNapulePalermuPischèrëPutènzeRaùsaRietiRiggiuRomaSalierno'SerniaTàrdeTèrmSiragusa
Li stuputeun ch' c'abbt'n: Billy BalloLino BanfiCaparezzaAlbano CarrisiGianni CelesteDon Vito CorleoneCarmine CroccoTotò CuffaroChristian De SicaAntonio Di PietroGiusy FerreriGennaro GattusoMariottideMaurizio MattioliBernardo ProvenzanoTotò RiinaRoberto SavianoFrancesco TottiChecco ZaloneAntonino Zichichi

Strunzat che ce putemm 'nventà sol nuj: CamorraCiociariaCodice meridionale della stradaU lanc' da mnezz'MafiaMusica neomelodica'ndranghetaRicchitell ch'i cim d r'p'A pizzaPizzoNeoborboniciA sh'ppr'ss'h't!Sacra corona unitaMunnezzaTombolaLega Sud