Dittatura dei colonnelli

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Idi di Marzo a cuscinate.jpg
« Chi fa la storia non ha tempo per scriverla »
(Metternich)

Tu invece di tempo ne hai in abbondanza, visto che sei storicamente inutile.
Osserva bene: questa voce dovrebbe trattare della Storia del genere umano con ampie e eleganti dissertazioni.
Invece cosa devo vedere? Una storiella, un aforisma, un lapidario commento!
Ancora con le mani in mano? Che aspetti? Fallo diventare degno di una puntata di Voyager!
P.S.: Se vuoi conoscere gli altri stub relativi alla Storia, vai qui.

« La dittatura del signor dei Colonnelli fu davvero brutale!! »
La bandiera usata in Grecia durante la dittatura, chiaramente nazista.

La Dittatura dei colonnelli (In greco ΝεοΝαζιςπο) nota anche come Grecia fascista la Giunta è il nome usato per indicare il periodo compreso tra l'anno zero e l'anno 8 d.c.[1], corrispondente nel nostro calendario al periodo tra il Millenovecentoterzundici ed il Millenovecentosessantadieci, in cui in Grecia si iniziavano a sperimentare nuovi mestieri, si scopriva l'uso della carta stagnola e tutti vivevano in pace.

Ah, e c'era una dittatura militare.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Dittatura dei colonnelli

Prodromi[edit]

Dopo la Seconda guerra mondiale, l'Europa venne divisa in due: una parte ai sovietici ed una agli americani. La Grecia, che passava di lì per caso, si ritrovò in mezzo ai coglioni, così le due parti decisero di dividersela come una torta di compleanno. Secondo gli accordi di Yalta, la penisola era per il:

Dato tale miscuglio di interessi, presto si formarono gruppi cospiratori di destra, di sinistra, e anche di centro, nord, sud, est e ovest. A causa delle divergenze interne, già nel 1945 ci fu una guerra civile guidata da Che guevara e Garibaldi. Purtroppo la rivolta fallì perché Garibaldi era morto da ottant'anni e Che guevara doveva ancora studiare medicina, quindi tentò di curare le ferite da mitra con dei cerotti e un'aspirina. Dopo il tentativo di rivolta la situazione non migliorò: i componenti delle varie fazioni si scontravano l'un l'altro, si facevano gli sgambetti per strada e mandavano piccioni viaggiatori a cacare sulle macchine degli avversari.

In questo clima a dir poco turbolento salì al trono il nuovo re, Costantino II, succeduto al padre Paolo, andato in vacanza a sparare agli elefanti. Il nuovo re sognava di condurre una vita regale in stile Elisabetta II o Barbie principessa, o ancora meglio in stile presidente italiano, ovvero diventare ricco senza fare un emerito cazzo. Purtroppo per lui, ai tempi in Grecia il re contava ancora qualcosa, e Costantino si ritrovò costretto ad amministrare la vita politica del paese. Il tutto senza una nozione nè di politica nè di economia, e pure senza saper raccontare berzellette, dote fondamentale dei politici dell'epoca.

Note[edit]

  1. ^ Dopo i colonnelli