Aiuto:Risposte alle consuete paranoie

Jump to navigation Jump to search
Gnome-help.svgSportello disinformazioni

Le considerazioni sotto riportate si riferiscono a Nonciclopedia in generale, in particolare e in funicolare. Possono valere per tutte le wiki Uncyclopedia ma anche no.
Vedi anche la Discarica pareri su Nonciclopedia e le Fottutamente Assillanti Questioni.


Alcune persone hanno forti reazioni nei confronti di Nonciclopedia. Alcune trovano l'idea così assurda da non meritare alcuna seria considerazione, e hanno perfettamente ragione. Ma non per questo non ci prenderemo il gusto di sbeffeggiarle con le seguenti risposte.

Molte delle critiche rivolte a Nonciclopedia non sono relative solo ad essa, ma sono dovute al fatto che è un wiki. Di quelle non ce ne fotte un cazzo, vedi di smammare.

Lasciare che un qualunque pirla connesso a Internet possa modificare qualsiasi pagina è assurdo

Toccatemi tutto ma non la mia voce

Come ben sapete io sono un genio della comicità afflitto da una perfetta conoscenza della lingua italica, per quale motivo dovrei lasciare che uno SfreniaPasere97XXD qualunque deturpi la mia perfetta creatura con le sue oscene modifiche?

Noi nonciclopediani non dovremmo mai dimenticare che Nonciclopedia è di tutti e che la stiamo costruendo assieme, come fosse una comune hippy (dove non gira droga e non si scopa mai). Magari per qualcuno è più facile scrivere la voce perfetta da solo, ma la pratica dimostra che quelli scritti a più mani sono più meglio.

Fan ovvero rosiconi

Ci sono bambini mentalmente ritardati (di tutte le età) che non vedono l'ora di venire qui ad aggiungere cagate celebrative alla voce sul loro idolo o a rosicare in discussione perché gliel'abbiamo sfottuto. Costoro uccideranno Nonciclopedia.

Abbiamo avuto questo non-problema fin dal principio e non siamo ancora morti (o almeno, non per quel motivo), anche perché impedire ai sostenitori di certe persone o idee di collaborare ci renderebbe un sito ben poco collaborativo. Ma in fondo chi se ne frega se uno è un fan o un rosicone, quello che conta è che la sua modifica faccia ridere, in caso contrario kaput. Come sempre, è solo questione di far crescere Nonciclopedia in modo condiviso.

Alcuni squilibrati sono molto ostinati. Possono scrivere una pagina piena di cazzate non umoristiche, e continuare a riportarla indietro alla loro versione.

E qual'è il problema? Si cancella la pagina e si banna il coglione insistente.

Dilettanti allo sbaraglio

Ci sono un sacco di mocciosi che pensano di avere senso dell'umorismo ma non sanno manco usare la punteggiatura, finiranno per rovinare tutte le pagine.

In teoria è vero: ben pochi sanno scrivere bene cose divertenti, la maggior parte è solo gente che s'illude di saper far ridere o di saper scrivere in italiano. Ma come si fa a selezionarli prima che inizino a fare danni? Semplice: non si può.
Beccare un nabbo senza speranza è facile: non scrive una cosa valida neanche per sbaglio. Dopo avergli offerto aiuto (inutilmente), e dopo averlo ammonito, non resta che annullare tutte le cagate che fa e, nei casi più molesti, bannarlo.

Faziosi

Ci sono persone di parte che usano la scusa dell'umorismo per propagandare le loro idee del menga, col risultato che ridono solo loro e i loro simili.

Davanti a un sito che permette a chiunque di scrivere qualunque cosa la tentazione di spararsi un'invettiva monodirezionale è forte, soprattutto per quelli più idrofobi. Ce ne frega? Solo se la pagina non fa ridere. Se fa ridere qualcuno è già qualcosa, e niente vieta di aggiungere battute che rendano la pagina meno di parte, anzi.

Pregiudizio

Le voci di Nonciclopedia sono tutte rigorosamente fasciste/comuniste perché tutti i nonciclopediani sono fascisti/comunisti.

Questa suona come una cazzata e in effetti lo è, ma non del tutto: è ovvio che le persone che scrivono in un dato momento si portano dietro un bel bagaglio di pregiudizi e ideali, e che queste puttanate finiscano nelle voci, ma se le persone possono essere di parte Nonciclopedia non lo è. Non è clericale né anti-clericale. Non è di destra né di sinistra. Ama la figa ma non disdegna il cazzo. Eccetera.
Ciò vuol dire che se è un tempo i nonciclopediani erano soprattutto di sinistra e ciò ha riempito il sito di voci su Berlusconi (ah, l'ironia!), non vuol dire che Nonciclopedia sia di sinistra. Vuol dire solo che non si può impedire alla gente di avere le sue idee, e visto che siamo aperti a tutti... Basta ricordarsi che tutte le opinioni sono ugualmente degne di essere perculate.

Nonciclopedia fa schifo

Lavoro in corso

La stragrande maggioranza delle voci non sono in uno stato decente.

Ma va? È normale che su decina di migliaia di voci solo qualche centinaio siano in perfetto stato. Anzi, è incoraggiante visto che questo progetto poteva tranquillamente finire per essere una raccolta di cagate totali, vista la sua natura aperta.
Nonciclopedia non è un prodotto finito, bensì tende alla conquista del mondo migliorando sempre. Che poi è già tanto se ancora esiste.

Scarsità di umoristi

Nonciclopedia manca di fini scrittori umoristici, qui vengono solo cazzoni con tempo da perdere

Vero. Perché un fine scrittore umoristico dovrebbe venir qui a regalare le sue perle gratis e per di più anonimamente e senza alcun diritto commerciale? Sarebbe da idioti. Spiacenti, ma vista la natura di Nonciclopedia è inevitabile che la maggior parte dei contributori siano degli asini a pedali. Per questo è collaborativa: quello che 1 scemo non può fare da solo, 10 scemi possono fare insieme.
Inoltre uno degli obiettivi di Nonciclopedia è quello di formare i nabbi per renderli scrittori (fotoritoccatori, webdesigner ecc.) migliori. Nessun altro lo fa.

Le pagine fanno cagare

Ho letto una pagina su cui so qualcosa e non faceva assolutamente ridere, quindi nessuna pagina di Nonciclopedia fa ridere!

Complimenti per il sillogismo della domenica ma siamo sempre lì: su decine di migliaia di pagine è ovvio che non tutte possono essere di qualità. Invece di cliccare a caso guarda la latrina, la nostra raccolta delle voci migliori di sempre, attentamente selezionate dal club del libro di tua nonna.

Standard

Spinoza/Lercio/Vattelapesca sono di qualità molto più alta rispetto a Nonciclopedia perché hanno degli standard qualitativi

Stronzate, anche noi abbiamo standard, anzi, il fatto di cancellare tanti contributi scadenti è uno dei motivi principali per cui i vandali ci odiano. Il fatto è che quei siti sono chiusi ai contributori occasionali, essendoci delle (pseudo) redazioni che decidono cosa pubblicare e cosa no. Se non fai parte del giro, auguri. Noi invece siamo aperti a tutto, e il risultato è che siamo aperti... a tutti.
Non per questo non stiamo attenti alla qualità: ogni giorno un manipolo di sfigati tiene d'occhio le modifiche per annullare quelle scadenti, mentre altri si occupano di riscrivere pagine fatte col culo. D'altronde che ci vuole a scrivere una battuta di 1 riga e mezzo, eh?

Selettività

Appunto: Spinoza/Lercio/Stocazzo sono selettivi, è questo che li rende migliori.

Sarà, eppure noi crediamo da sempre che collaborando in tanti su periodi di tempo lunghi si può puntare al miglioramento costante, meglio che selezionando chi può scrivere e chi no. Per questo siamo un wiki invece che un blog o uno pseudo-giornale. Anche perché la selezione comporta che non c'è formazione: o sei già bravo o puoi andare a farti fottere. Invece noi crediamo nel prendere dei pischelli con un minimo senso dell'umorismo e trasformarli in fini umoristi; per poi vederli andar via, ma questo è un altro discorso.

Alla conquista del mondo

Anonimato e morti di fama

Ormai si può ottenere gloria personale facendo girare una foto con battuta su FB che prepari in 2 minuti, perché venire qui a scrivere voci?

Abbiamo già provato a menzionare gli autori delle voci sui social e il risultato è che a nessuno è importato una pippa di essere menzionato, nonostante le nostre centinaia di seguaci su Facebook e Twitter, quindi piattaforme di lancio di tutto rispetto. Forse perché non tutti sono "morti di fama" e gli sta bene lavorare in anonimato?
Inoltre paragonare i "mipiace" e i "follower" non ha molto senso perché tutto si conclude nel giro di poche ore, mentre le pagine di Nonciclopedia sono eterne e invece di qualche centinaio di rituìt oggi possono puntare a qualche decina di migliaia di visualizzazioni nell'arco di mesi e anni. Pere e banane.
Comunque la fama e soprattutto i soldi sono altrove: video su YouTube, foto su Instagram ecc. Niente a che fare con la produzione di umorismo prevalentemente testuale, quindi è gente che qui non verrebbe comunque nel 2022 come non ci veniva nel 2007. Che s'inculino, ecco.

Contenuti mordi-e-fuggi

Va be', ma Spinoza/Lercio/Tuasorella vanno forte perché producono battute brevi, non tesine chilometriche che nessuno ha più voglia di leggere.

E allora non scrivere tesine chilometriche. A parte che si può contribuire con contenuti brevi in diversi progetti, fra cui il Nondizionario e Nonquote, non siamo tenuti a pubblicizzare l'intero contenuto di una pagina enorme visto che è sufficiente pubblicarne uno stralcio e poi invitare alla lettura del resto. Cosa che in effetti abbiamo sempre fatto sui social network.
In ogni caso, benché i lettori mordi-e-fuggi siano i benvenuti, Nonciclopedia ha bisogno di gente che ha voglia di scrivere, non che dopo 15 secondi ha già voglia di cliccare altrove. Quindi se quel tipo di lettori non si sofferma più di tanto non importa, vada pure su Spinoza/Lercio/Fanculo che qui resteranno quelli che della battutina di 12 parole non sanno che farsene. Se esistevano prima di Twitter esisteranno ancora oggi.

Calo di partecipazione

Fra il 2007 e il 2010 Nonciclopedia aveva un fottilione di utenti in più rispetto a oggi, è tutto finito?

Sì e no. Ovviamente una volta svanito l'effetto novità l'attenzione del pubblico cala, poi la nascita di una marea di nuove piattaforme per la creazione di contenuti ha sfoltito la gente che veniva qui solo perché non avevano altra scelta, e soprattutto essere cacciati da Wikia/Fandom ha comportato una grossa perdita di visibilità.
Ma chi se ne fotte? Non possiamo cambiare niente di tutto questo, quindi non resta che una sola cosa da fare: decidere se vale la pena di prendersi cura di un portafoglio di contenuti semplicemente sterminato che nessun altro può vantare, e se amiamo abbastanza Nonciclopedia da volerne conservare l'idea e portarla ancor più avanti. Se sei qui solo per fare parte di qualcosa di "popolare", forse hai sbagliato sito...

Paranoie assortite

Abbandoni

Bei tempi quando c'era UtenteX e TizioQualsiasi, ormai se ne sono andati tutti.

Come già detto, lavorare duramente, gratis e senza riconoscimenti non è che faciliti molto la permanenza della gente. Ma in realtà molti se ne vanno semplicemente perché la vita (maledetta!) toglie loro il tempo libero che avevano quando erano pischelli. La cosa dispiace ma ha un'importanza relativa se arriva sempre nuova gente. Casomai bisogna preoccuparsi se non arriva più nessuno, e domandarsi se si può fare qualcosa per trattenerli qui (volontariamente, eh!).

Ridondanza

Perché uno dovrebbe venire su Nonciclopedia quando c'è già Spinoza, Lercio, Bastardidentro e Chierichettifuori?

Così, su due piedi, ti risulta che esistano molti siti che parodizzino Wikipedia, che siano aperti al contributo di ogni persona (anche non registrata), che gestiscano tutto con il dialogo, senza "capi" o "padroni", che abbiano una selezione piuttosto blanda di cosa pubblicare e cosa no, che siano conosciuti in tutta Italia, che abbiano una storia più che decennale, e che mettano a disposizione decine di migliaia di contenuti? Risposta: c'è ne solo uno in tutta Italia.
La gente dovrebbe venire (e viene) su Nonciclopedia perché è unica. Quindi è bene che resti tale, e che si distingua sempre più invece che inseguire le mode del momento.

I codici

L'interfaccia è difficile da usare con tutti quei codici, e rende difficile scrivere, soprattutto da dispositivi mobili, come se avessimo bisogno di scoraggiare la gente a partecipare.

Certamente Nonciclopedia non è il sito più facile da usare al mondo, anche se ha fatto enormi progressi dal 2005, ad esempio offrendo la possibilità di modificare senza usare il markup ma vedendo direttamente il risultato finale, il che permette un'agevole partecipazione anche ai bimbiminkia che navigano lasciando ditate su uno schermo minuscolo.
Ma è davvero un male scoraggiare la gente che non è manco capace di mettere delle parentesi quadre per linkare? Un pregio delle difficoltà tecniche sta nel fatto che permette di selezionare gli utenti svegli da quelli non tanto, e di formare gente anche sugli aspetti tecnici; molti sono entrati su Nonciclopedia che conoscevano si e no la punteggiatura, e oggi sanno mettere mano addiruttura alle funzioni parser per creare notevoli bug!

Pagine correlate