Panda gigante

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera su cauzione.
(Rimpallato da Ailuropoda melanoleuca)
Jump to navigation Jump to search
Ah, devo accopiarmi per forza?! E va bene, vieni qua, bella!

Il panda gigante o panda maggiore o semplicemente panda perché nessuno conosce quello nano e quello minore (Ailuropoda melanoleuca Cho Na Ming Ya Tant, 1869) è un animale esperto di Kung Fu, docile se di peluche, che vive in Cina, Cile, Cipro, Cinema e in tutte le altre nazioni che iniziano con "Ci". La sua pericolosità sta nel fatto che non fa sesso, questo perché le femmine di panda soffrono di mal di testa cronico. Danno sfogo ai loro impulsi sessuali sul bambù e sui bambini.

Caratteristiche[merdifica facile]

Il panda si nutre solo ed esclusivamente di bambù, riso soffiato e cereali Kellogg's. La sua tattica di caccia è piuttosto semplice: si posiziona dinanzi un bambù, fa finta di guardare con interesse un altro bambù e quando il primo bambù è distratto... SGNACK! Se lo pappa per benino. Da qui si evince che i bambù non siano molto svelti. Qualora codesta tattica non dovesse funzionare, il panda si avvia verso il Lidl più vicino per cacciare i cereali Kellogg's di cui è ghiotto, pagando con la carta di credito del WWF.

Il panda vanta l'indiscussa agilità di un portachiavi e la variegata dieta composta da bambù, bambù, altro bambù e bambini. Ciò nonostante è obeso e non va nemmeno in palestra, per questo riso soffiato e cereali Kellogg's gli sono stati vietati dal dietista. A pensarci bene non studia, non lavora, non scippa canguri e non coltiva marijuana... effettivamente non fa un cazzo. Questo innato fancazzismo è stato recentemente spiegato da un gran numero di scienziati-psicologi-animalisti-elettricisti: il panda fin dalla nascita crede di essere un pensionato italiano ed è in continua attesa dell'assegno pensionistico dell'INPS; purtroppo i postini italiani non arrivano fino in Cina, la benzina non basta. Si racconta di un gruppo di panda indignati avvistati allo sportello postale di Vercelli.

Il panda gigante nell'Occidente[merdifica facile]

Secondo le leggende cinesi, nella foresta di bambù viveva un grande orso juventino. Quando Jacques Cousteau si recò per un documentario in quella zona si ritrovò proprio in un covo di questi strani animali dal manto nero e bianco e soffici come peluche.

La troupe si avvicinò allora cautamente agli animali che parevano particolarmente innocui. Ma appena vi si trovarono a pochi metri, con uno scatto i panda si buttarono sopra i poveri sfortunati e per loro non ci fu nulla da fare. Vennero tutti stuprati e successivamente sbranati con una furia mai vista.

Recentemente sono stati avvistati esemplari di panda perfettamente mimetizzati nell'ambiente urbano. Abbandonato il colore bianco e nero, possono assumere svariate sfumatre metallizzate, principalmente in rosso.

Curiosità[merdifica facile]

  • Il filosofo greco Parmenide, dopo aver fumato chissà quale erba, sostenne di aver visto l'origine di tutte le cose: "l'essere perfettamente sferico, trascendente, immobile, ingenerato e imperituro". In realtà, aveva avuto una visione di un cucciolo di panda arrotolato su sé stesso.
  • Il koala e il panda sono in competizione per chi dei due è più inutile.
  • Molti dei panda presenti negli zoo in verità sono solo delle mucche grasse con un eccesso di testosterone (che ne aumenta i peli).

Voci correlate[merdifica facile]

Altri progetti[merdifica facile]