7 peccati capitali

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
« Credo di non aver ancora provato il "Non mentire". »
(Silvio su I 7 peccati capitali)
« Ah, ecco fatto! »
(Silvio subito dopo aver pronunciato la frase precedente)
« Il terzo peccato mi è stranamente familiare, ma ancora non capisco perché... »
(Un certo parlamentare italiano su I 7 peccati capitali)


I sette peccati capitali (Ira, Superbia, Luxuria, Non rubare, Non mentire, Melchiorre e Baldassarre) sono delle colpe di cui buon cristiano non dovrebbe mai macchiarsi, a patto di non vedere Troyager di Giacobbo o un qualsiasi programma di Mario de Filippi, visto che in quel caso è ammessa anche la bestemmia in più lingue o la morte per autocombustione.

Storia[edit]

In un libricino semi sconosciuto chiamato Bibbia (pare sia stato scritto su ispirazione di un certo Dio, un poco noto cabarettista dell'hinterland milanese) si accenna per sbaglio a questi peccati detti capitali, in quanto rappresentano appunto le principali città di sette stati del Borneo Meridionale. Il questo sputo di terra da qualche parte fra qui e qua si nasconde anche, tra gli altri, il Gurzo, ma questa è un'altra storia. Comunque fatto sta che per rendere più lungo e anche più movimentato il libro con la raccolta di battute sue e della sua spalla (sapete com'è, un tizio che continua a curare ciechi e lebbrosi e a trasformare l'acqua in Chinotto dopo un po' diventa ripetitivo) l'autore decise di inserire questi peccati, che se commessi avrebbero garantito all'umanità enormi sofferenze e tragedie. Nessuno li commise, ma noi stiamo nella merda lo stesso.

I peccati[edit]

Ecco una foto recente dei sette peccati capitali. Melchiorre è quello più brutto.

Questi sono nel dettaglio, concetto più, concetto meno, i 7 peccati capitali:

Ira[edit]

Non ho voglia di spiegarti cos'è, anzi a dirla tutta mi hai già fatto incazzare. Perché non ti trovi qualcosa di più serio da fare invece che stare qui a rompere il cazzo?!

Superbia[edit]

La superbia esiste dalla notte dei tempi (storicamente vero) ed è il frutto di un esperimento non riuscito di Forza Italia (storicamente falso) di creare un leader più alto di un metro e cinquantadue (storicamente ti sto prendendo per il culo; sappiamo tutti che non è lui troppo basso ma noi umani troppo alti). Il fallimento portò a un capopartito della stessa statura, ma con un ego mooolto più grande: si spiega quindi come mai uno che suonava a sei anni sulle navi sia arrivato a fare l'attore porno, mettendolo nel culo a milioni di italiani.

Luxuria[edit]

Sarebbe il vivere da ricchi, nel lusso. O forse il vivere nella Luxur... No, decisamente no. Ah ecco: è il darla a tutti senza ritegno e pure il fornicare eccessivo. La prossima volta che fai le cosacce pensaci due volte. Potresti finire all'Inferno. Se hai ancora voglia di farlo, pensa in particolare al nome del peccato e all'immagine che ti suscita: pensa a "Luxuria" e vedrai che ti passa.

Non rubare[edit]

Significa, nel caso fossi troppo stupido anche per capire questo, che devi tenere le mani a posto. Non appropriarti di ciò che non è tuo senza permesso. A meno che tu non dica che è tuo (ma il tal caso ciò andrebbe in conflitto con il seguente peccato, creando un paradosso spazio-temporale che ci risuchierebbe tutti quanti e darebbe vita a un grande vuoto con dentro un bel niente, sennò non sarebbe vuoto).

Non mentire[edit]

Non l'ho scritto io questo articolo. Davvero. No, sul serio, io non c'entro niente. Ho visto quel tizio che scappava con una faccia colpevole!

Melchiorre[edit]

Uno dei componenti del trio comico Zuzzurro, Melchiorre & Baldassarre. Non si è mai riusciti a spiegare perché Zuzzurro sia assente, né gli eventuali rapporti fra questo trio e l'autore della raccolta in cui compaiono, che -lo ricordiamo- era un cabarettista dell'interland milanese che non ebbe mai troppa fortuna. Probabilmente la gelosia verso i tre, che in un'occasione arrivarono persino ad esibirsi al circo comunale di Vergate sul Membro, spinsero quest'ultimo ad includerli nel suo pamphlet divulgativo come personaggi negativi e mai troppo presi sul serio. Infatti se io vi chiedo cosa portò Minchiorre al Pampin Cezù tra oro, vincenzo e birra voi me lo sapete dire?

Baldassarre[edit]

Un altro dei componenti del trio comico di sopra. La storia è la stessa, quindi non mi va di riscrivere quello che ho scritto prima e di consumare le mie dorate manine. Alza lo sguardo e leggi il precedente paragrafo se proprio non hai niente di meglio da fare. Sennò amici come prima, ma ricordati che chi bello vuole apparire un po' deve soffrire.

Analisi dei nomi[edit]

Molti esperti negli anni hanno ricercato il perché dei nomi così particolari, in particolare ci sì è chiesti se il particolare significato possa essere ricondotto a una particolare allusione, particolarmente importante se particolareggiata con una particolare analisi in particolare. Eh già, perché no? Eppure stranamente, nonostante le premesse incoraggianti e i grandi personaggi che hanno collaborato alle ricerche, i risultati sono stati scarsi e quindi mai pubblicati. L'unica assonanza trovata (Melchiorre/Minchiorre) fu giudicata insufficiente, e non riuscì nemmeno a spiegare l'assenza del terzo membro del trio (vedi sopra).

Voci correlate[edit]